(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Ipoglicemia: Cosa Mangiare Per Ridurre o Controllare I Sintomi?

data di redazione: 07 Gennaio 2018
Ipoglicemia: Cosa Mangiare Per Ridurre o Controllare I Sintomi?

L'ipoglicemia è il basso livello di zucchero nel sangue e quando si verifica può causare mal di testa, debolezza e ansia. Quali cibi dovrebbe mangiare una persona che soffre di con ipoglicemia per ridurre i sintomi? In questo articolo, elencheremo piani dietetici per le persone con ipoglicemia, nonché altri suggerimenti per la gestione della condizione.

Cos'è l'ipoglicemia?

L'ipoglicemia rappresentata il monitor della glicemia che mostra bassi livelli di zucchero. L'ipoglicemia è un basso livello di zuccheri nel sangue, che può causare vari sintomi tra cui stanchezza e confusione.

Le persone con bassi livelli di zucchero nel sangue possono soffrire di ipoglicemia. Avere poco zucchero nel sangue è spesso associato al diabete, ma è possibile riscontrare l'ipoglicemia anche senza avere il diabete.


Altre cause comuni includono carenze ormonali, malattie critiche e consumo eccessivo di alcol.


Quando i livelli di zucchero nel sangue diminuiscono entro 4 ore dal pasto, una persona può riscontrare l'ipoglicemia reattiva. Questa condizione è causata da un'eccessiva produzione di insulina dopo aver mangiato.


Sintomi di ipoglicemia includono:

  • tremito
  • sentirsi deboli o di svenire
  • mal di testa
  • sentirsi mentalmente fiacchi
  • confusione
  • ansia e irritabilità
  • sentirsi sul punto di piangere
  • palpitazioni
  • pallorre
  • vista offuscata
  • labbra formicolanti


Colazione Per Ipoglicemia
Una persona dovrebbe sempre provare a fare colazione il prima possibile dopo il risveglio, poiché i livelli di zucchero nel sangue possono diminuire durante la notte.


Si consiglia di limitare l'assunzione di succhi di frutta al mattino e di attenersi a succhi che non hanno zuccheri aggiunti, in quanto possono causare una instabilità dei livelli di zucchero nel sangue.


Alcune scelte alimentari ideali per la colazione includono:

  • uova sode e pane integrale tostato 
  • farina d'avena con frutti di bosco, semi di girasole, agave e cannella
  • Yogurt greco con frutti di bosco, miele e farina d'avena


La cannella è ritenuta di poter aiutare a ridurre i livelli di zucchero nel sangue e può essere usata su molti alimenti per la colazione.

 
Pranzo Per Ipoglicemia

Per pranzo è consigliato un piccolo pasto ad alto contenuto proteico. Il pranzo dovrebbe essere un pasto piccolo ma ricco di proteine, grassi salutari e carboidrati complessi che continueranno a rilasciare energia lentamente durante le ore successive.


Alcune buone idee per il pranzo  contro i sintomi dell'ipoglicemia sono:

  • sandwich di tonno, pollo o tofu su pane integrale con foglie di insalata
  • insalata di ceci e verdure
  • pesce alla griglia, una patata dolce bollita o al forno e un'insalata di contorno

È necessario che una persona che soffre di ipoglicemia sia a conoscenza dell'indice glicemico o IG degli alimenti che mangia. Alcuni alimenti che sembrano essere salubri possono avere un IG alto. Fortunatamente, c'è spesso un'alternativa che ha un IG inferiore.


Ad esempio, le patate dolci hanno un IG relativamente basso e sono piene di antiossidanti, rendendole una scelta migliore rispetto ad altri tipi di patate come quelle bianche, che hanno un IG alto.


Cena Per Ipoglicemia
Mentre si può essere tentati di mangiare di più la sera, una persona che soffre di ipoglicemia dovrebbe mantenere ridotti i pasti serali. Una buona scelta per la cena includerà proteine e carboidrati complessi.


Le idee per la cena includono:

  • pollo o tofu con riso integrale e verdure
  • salmone con verdure al vapore o insalata
  • uno stufato di fagioli con lenticchie, fagioli rossi, ceci e pomodori in scatola


Spuntini Per Ipoglicemia
Le persone con ipoglicemia dovrebbero cercare di includere piccoli spuntini nutrienti tra i pasti per mantenere costanti i livelli di zucchero nel sangue e assicurarsi di avere abbastanza vitamine, minerali, grassi sani, proteine e carboidrati fibrosi nella loro dieta.


Mangiare uno spuntino a metà mattina, un altro a metà pomeriggio, e qualcosa di piccolo vicino al momento di coricarsi può aiutare a mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue durante il giorno e la notte.


Alcune opzioni di snack salutari sono:

  • una piccola mela con qualche fetta di formaggio cheddar
  • una banana con una manciata di noci o semi
  • una fetta di pane integrale con purè di avocado o hummus
  • cracker integrali con una scatoletta piccola di sardine o tonno
  • carote, peperoni e cetrioli con hummus
  • un frullato di verdure


Ipoglicemia e Allenamento
È importante ricordare che le persone che si allenano regolarmente potrebbero aver bisogno di mangiare più frequentemente, poiché un'attività fisica intensa o prolungata può causare la caduta dei livelli di zucchero nel sangue.


Una persona dovrebbe mangiare un piccolo spuntino che include carboidrati e proteine prima di un allenamento. Buone scelte includono:


  • un frutto o una manciata di frutti di bosco e cracker integrali
  • Yogurt greco mescolato con frutti di bosco
  • una mela con un cucchiaio di burro d'arachidi e una fetta di formaggio
  • una piccola manciata di frutta secca e noci miste
  • un cucchiaino di burro di arachidi e marmellata senza zucchero con pane integrale


Non è consigliabile fare attività fisica a stomaco pieno, quindi mantenere piccoli snack pre allenamento o esercizio fisico e ricordare di rimanere idratati bevendo molta acqua che è molto importante.


Suggerimenti Per Gestire L'ipoglicemia

Il consumo di carboidrati complessi e grassi sani può aiutare a gestire i livelli di zucchero nel sangue durante il giorno. Una persona che soffre di un lieve caso di ipoglicemia può consumare 15-20 grammi (g) di carboidrati ad azione rapida, il contenuto di un piccolo bicchiere di succo di frutta o qualche cracker.


Se una persona ha ancora sintomi di glicemia bassa dopo 15 minuti, può consumare un'altra porzione di carboidrati di 15-20 g.


Seguire una dieta ipoglicemica aiuterà a gestire i sintomi e prevenire la caduta di zucchero nel sangue.


Ridurre gli zuccheri semplici e aumentare i carboidrati complessi può aiutare a controllare i livelli di zucchero nel sangue durante il giorno e prevenire eventuali improvvisi picchi o cali.


Una persona con ipoglicemia può provare le seguenti considerazioni sullo stile di vita:

  • mangiare pasti frequenti
  • evitare cibi ad alto contenuto di zuccheri, compresi dolci, bevande zuccherate e succhi di frutta con aggiunta di zucchero
  • scegliere cibi con punteggio IG bassi
  • ridurre o eliminare il consumo di alcol


Quando Rivolgersi Ad Un Dottore
Mangiare o bere una piccola quantità di carboidrati ad azione rapida, come un pezzo di frutta o succo di frutta, può trattare casi minori di ipoglicemia.


Tuttavia, chiunque abbia sintomi più gravi o regolari dovrebbe consultare il proprio medico il prima possibile. L'ipoglicemia è una condizione gestibile e ottenere una diagnosi precoce significa riuscire a poter controllare i sintomi.


Se non trattati, i sintomi dell'ipoglicemia possono diventare più frequenti e pericolosi. I sintomi imitano anche altre condizioni, quindi è importante che un medico diagnostichi la condizione e escluda altre possibili cause.


I severi sintomi dell'ipoglicemia, inclusa la perdita di conoscenza, richiedono cure mediche immediate.


Riferimenti:
Davis, P. A., & Yokoyama, W. (2011, September). Cinnamon intake lowers fasting blood glucose: Meta-analysis. Journal of Medicinal Food, 14(9), 884–889. Retrieved from https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

Glycemic index and glycemic load for 100+ foods. (2015, August 27). Retrieved from https://www.health.harvard.edu...

Healthy eating guidelines for people with reactive hypoglycemia. (2015, June). Retrieved from https://www.healthlinkbc.ca/he...

Low blood glucose (hypoglycemia). (2016, August). Retrieved from http://diabetes.niddk.nih.gov/...

Hypoglycemia and diet. (n.d.). Retrieved from http://www.pcrm.org/health/hea...

Mohr, C. R. (2017, February 13). Timing your pre- and post-workout nutrition. Retrieved from http://www.eatright.org/resour...

Ruggiero, R. (n.d.). The importance of individualizing your hypoglycemia diet. Retrieved from http://www.hypoglycemia.org/hy...

Sweet potatoes. (n.d.). Retrieved from http://www.whfoods.org/genpage...

What is a hypo? (n.d.). Retrieved from https://www.diabetes.org.uk/Gu...

Wilcox, G. (2005, May). Insulin and insulin resistance. Clinical Biochemist Reviews, 26(2), 19–39. Retrieved from https://www.ncbi.nlm.nih.gov/p...

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Una Soluzione Naturale Contro i Dolori Muscolari da Infortunio
07 Novembre 2015

Una Soluzione Naturale Contro i Dolori Muscolari da Infortunio

Se siete atleti di sport da combattimento, oppure se giocate a rugby, a calcio o a basket, vi capiterà spesso di procurarvi lividi, strappi muscolari o infortuni simili.

Cucinare gli Alimenti Ricchi di Grassi Libera più Calorie
12 Febbraio 2015

Cucinare gli Alimenti Ricchi di Grassi Libera più Calorie

Le arachidi hanno in media il 50% di grassi, molti dei quali non viene digerito se consumato crudo. Ma le nostre vite oggi sono relativamente sedentarie rispetto ai nostri primi antenati e i grassi, alimenti ricchi di calorie, non sono scarsi ma facilmente disponibili, conferendo quello che potrebbe essere descritto alternativamente...

Ultimi post pubblicati

Intercostali Esterni ed Interni
22 Ottobre 2018

Intercostali Esterni ed Interni

Origine, Inserzione ed Azione

I muscoli intercostali occupano gli spazi intercostali; sono 11 per lato e si distinguono in esterni, medi ed interni. Sono innervati dai nervi intercostali dal 1° all’11° e, contraendosi, elevano ed abbassano le coste; sono, pertanto, muscoli inspiratori ed espiratori.

La Dieta Dello Yogurt - Programma Settimanale
22 Ottobre 2018

La Dieta Dello Yogurt - Programma Settimanale

Lo yogurt è un alimento perfetto per perdere peso; consumato quotidianamente infatti, è utile sia per sgonfiarsi che per depurarsi, ripristinando quei processi intestinali molto spesso alterati da un tipo di alimentazione ricca di grassi o comunque eccessiva.