(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

L'Allenamento intenso può provocare danni al FEGATO?

data di redazione: 01 Settembre 2014 - data modifica: 02 Ottobre 2014
L'Allenamento intenso può provocare danni al FEGATO?

Notizie sul Fegato un organo importantissimo del nostro corpo

Se vi impegnate in un esercizio fisico molto intenso con regolarità e andate a fare le analisi del sangue ci sono buone possibilità che i livelli di almeno 2 enzimi chiamati SGOT e SGPT risultino elevati.

In molti casi solo uno di questi presenta valori sopra la media. Molti medici interpretano ciò come un indice della presenza di problemi al fegato, poiché è dimostrato che le cellule epatiche danneggiate rilasciano questi enzimi nel sangue.

D’altra parte però se il controllo di altri enzimi epatici fa registrare valori normali, è probabile che la ragione sia che gli enzimi epatici in eccesso non vengono dal fegato, ma da altri tessuti, anch’essi in grado di rilasciare questi stessi enzimi nel sangue.

Tra questi tessuti ci sono :

  • muscoli
  • cuore
  • cervello

Questo aspetto degli enzimi epatici è evidenziato da uno studio condotto sui topi, i topi erano fatti correre su un nastro meccanico per 2 ore con livelli di intensità moderati o elevati.

 

I risultati delle analisi condotte subito dopo non indicavano né aumenti nel rilascio di enzimi epatici, né alcun danno alle cellule del fegato. Ma 6 ore più tardi gli animali cui era stato imposto l’esercizio a maggior intensità presentavano danni alle cellule epatiche in determinate porzioni del fegato.

Quello che avviene è che durante l’esercizio il sangue è deviato dagli organi verso i muscoli in azione, per questa ragione quando mangiate qualcosa, subito prima dell’allenamento, il cibo rimarrà depositato nel vostro stomaco per tutta la durata dell’allenamento, dato che l’afflusso sanguigno necessario per la digestione è deviato ai muscoli sotto sforzo.

L’organismo segue una gerarchia di priorità. Quindi in caso di esercizio la priorità è ai muscoli. Perché l'organismo interpreta l'esercizio come una lotta (contro un animale o altro) e quindi convoglia il sangue ai muscoli e non negli organi deputati alle normali attivitò del corpo.

Quando gli organi sono privati del regolare afflusso di sangue accade che alcune cellule muoiono.

Questo è quello che avviene anche nel fegato quando vi allenate. La riduzione del flusso sanguigno diretto al fegato porta alcune cellule epatiche a morire per mancanza di ossigeno.

Maggiore è l’intensità dell’allenamento, maggiore sarà la riduzione del flusso sanguigno verso gli organi attivi e maggiore anche il danno che ne consegue.

Il fegato è un organo con una considerevole capacità di auto-generarsi , questo fa capire che potete anche allenarvi pesantemente tutti i giorni che questo non porterà ad insufficienza epatica. C’è da domandarsi comunque che cosa accada nei soggetti che accompagnano uno stile di vita sportiva intenso con sostanze notoriamente tossiche al fegato come alcolici e farmaci.

Il modo migliore per proteggere il fegato è quello di evitare sia il consumo di alcolici perché l’alcol ai fini energetici non conta nulla e crea solo danno e anche l’uso di farmaci, nel quale non entriamo nemmeno in merito al discorso, perché non né usciremmo più.

Integrare  la dieta con Cardo mariano e acido alpha lipoico, e soprattutto condurre uno stile sportivo naturaleaiuta a tenere in forma il vostro fegato.

 

 

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Sport nella Terza Età
01 Ottobre 2014

Sport nella Terza Età

La pratica che non conosce tempo

Un luogo comune molto diffuso è che ad una certa età sia necessario smettere di fare attività fisica. O che comunque, in età avanzata, non sia possibile cominciare a svolgere attività fisica.

9 Esercizi Da Fare Tutti I Giorni Per Una Mobilità Generale Migliore
08 Giugno 2016

9 Esercizi Da Fare Tutti I Giorni Per Una Mobilità Generale Migliore

Perché è importante la mobilità articolare? Per prevenire la rigidità, gli squilibri muscolari e anche l'artrite

Prova questa routine di mobilità articolare alla mattina quando ti svegli, oppure prima di allenarti oppure alla sera anche solamente per rilassarti e liberarti della tensione e dallo stress della giornata.

Ultimi post pubblicati

WHOODCHOPPER CON 1 MANUBRIO
15 Ottobre 2018

WHOODCHOPPER CON 1 MANUBRIO

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.

SIDE BEND CON 1 MANUBRIO
15 Ottobre 2018

SIDE BEND CON 1 MANUBRIO

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.