(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

La bevanda migliore per il recupero dopo la corsa o la Prestazione Sportiva

data di redazione: 01 Settembre 2014 - data modifica: 02 Ottobre 2014
La bevanda migliore per il recupero dopo la corsa o la Prestazione Sportiva

Qual'è la bevanda migliore per il recupero dopo la corsa

La migliore bevanda per il recupero dopo una corsa o qualsiasi altro sport, dipende molto dalla quantità di tempo che si trascorre ad esercitarsi. Ottime bevande per recuperare da una prestazione sportiva quale può essere una corsa di oltre 60 minuti, ha esigenze diverse rispetto a quella che può servire dopo una corsa di soli 30 minuti o meno.
Lo scopo di una bevanda per il recupero è quello di ripristinare liquidi ed elettroliti persi attraverso il sudore, sostituire il carburante muscolare utilizzato durante la corsa o la prestazione e fornire al tessuto muscolare danneggiato le proteine di aiuto per la riparazione. Le urine di colore giallo chiaro o pallido assicura un buono stato di idratazione.

 

Acqua
Se si corre o ci si allena per meno di un'ora, l'acqua è la migliore bevanda durante e dopo la corsa. Obiettivo di consumare tra 150 e 300 ml di acqua ogni 15 minuti di esercizio. Non aspettate di bere solo quando si sente sete, perché a quel punto, potreste già essere disidratati.
Per assicurarsi che si sta consumando abbastanza fluido durante una corsa, pesarsi prima e dopo la corsa. Durante una maratona, una perdita di peso di 1 2 chili è normale, mentre una perdita di oltre il 2 per cento del peso corporeo indica la disidratazione. Bere ulteriore 300/600 ml di acqua durante il giorno per ogni chilo perso. Se avete guadagnato peso dopo la corsa, si può essere iperidratazione.

 

Bevande sportive
Se la vostra routine di allenamento dura più di 60 minuti, avrete bisogno di qualcosa di più che l'acqua per il recupero. Le riserve di carboidrati iniziano ad esaurirsi dopo un'ora di attività costante, e le bevande sportive possono contribuire a ricostituire queste scorte, così come ristabilire l'equilibrio elettrolitico. Per le corse a distanza di più ore, mirate a consumare da 30 a 60 grammi di carboidrati ogni ora di esercizio fisico. Cercate una bevanda per sportivi che contiene 100-110 milligrammi di sodio e 38 milligrammi di potassio ogni 250 ml. Se ci si allena per una gara specifica, usate la stessa bevanda sportiva che userete anche il giorno della gara.

 

Cioccolato al latte
Latte al cioccolato è una bevanda ottimale per il recupero da lunghe corse grazie alla sua combinazione di carboidrati semplici e complessi insieme alle proteine. Il carboidrato semplice fornirà rapido rifornimento di carburante, mentre le proteine, sotto forma di caseina e siero di latte, aiuteranno a costruire e a riparare muscolo. Il latte al cioccolato fornisce anche il fluido e minerali necessari per la reidratazione.

 

Acqua di cocco
L'Acqua di cocco contiene elettroliti naturali come potassio e sodio che vengono persi durante l'esercizio fisico. Se si corre per meno di un'ora, assicurarsi che l'acqua di cocco che si sta consumando, non contenga inutili zuccheri aggiunti, l'acqua di cocco può avere fino a 20 grammi di zucchero in una porzione.

 

Iperidratazione
E' possibile che bere troppa acqua, causi iponatremia. Anche se raro, ci sono state segnalazioni di corridori di lunga distanza che hanno consumato troppa acqua, aumentando i livelli di sodio nell'organismo, questo, in casi gravi, può essere fatale.

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

10 Semplici Ragioni per Seguire una Dieta Sana
01 Ottobre 2014

10 Semplici Ragioni per Seguire una Dieta Sana

La nostra salute in primis

Una dieta equilibrata fornisce nutrienti di tutti i principali gruppi di alimenti (frutta e verdura, carni o proteine, latticini e calcio, cereali e grassi sani). Bisogna consumare la giusta quantità di calorie e la giusta qualità di cibo per mantenere un peso sano ed una buona salute.

Supporto Informatico Integrato: L'evoluzione nell'utilizzo Dietetico del Nutraceutico
01 Ottobre 2014

Supporto Informatico Integrato: L'evoluzione nell'utilizzo Dietetico del Nutraceutico

Dr A. Bertuccioli

Storicamente una delle principali criticità relativa alla professione del nutrizionista è stata rappresentata dal far comprendere chiaramente al paziente (o al cliente a seconda delle figure professionali implicate) come in pratica orientarsi nella gestione della propria alimentazione giornaliera. Può infatti, nonostante la chiarezza espositiva degli schemi e delle tabelle proposte, risultare non facile per l’utilizzatore finale orientarsi tra indicazioni dietetiche, tabelle relative all’assunzione di prodotti nutraceutici e (quando utilizzati) consigli relativi all’attività fisica, il risultato?

Ultimi post pubblicati

Quante volte andare in palestra?
23 Ottobre 2018

Quante volte andare in palestra?

Il Giusto Numero di Sedute Settimanali a Seconda del Proprio Obiettivo

E' la classica domanda che ci pongono tutti i nostri clienti e lettori. Una prima risposta che vi diamo è questa: dipende dal vostro obiettivo. In palestra si allenano delle qualità, che poi ci permetteranno di sviluppare un corpo statuario, muscoloso e magro; a seconda del vostro obiettivo dovrete adottare una particolare strategia di allenamento che comporterà anche l'inserimento del giusto numero di sedute settimanali.

Crepes ai Pistacchi
23 Ottobre 2018

Crepes ai Pistacchi

I pistacchi danno tanti benefici perché contengono molti sali minerali soprattutto potassio, fosforo, magnesio e calcio, oltre a ferro e rame. Contengono, inoltre, molta vitamina A ma anche vitamina B,C e vitamina E.
Preparazione: 35 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 4