Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

La vitamina C Riduce I Sintomi di Broncocostrizione (asma) Indotta dall'Esercizio Fisico

data di redazione: 08 Settembre 2015
La vitamina C Riduce I Sintomi di Broncocostrizione (asma) Indotta  dall'Esercizio Fisico

Una ricerca effettuata in Svizzera ha rivelato che il consumo di vitamina C può ridurre il rischio di sviluppare la broncocostrizione causata dall'esercizio.

Poiché la vitamina C è stata isolata nel 1930, è stata proposta per il trattamento di malattie respiratorie. Il Dr. Harri Hemila, ha segnalato i suoi risultati sulla rivista libera BMJ. Dopo aver fatto esercizio fisico, le vie respiratorie possono a volte restringersi gravemente e causare sintomi, come ad esempio:

  • Mancanza di respiro
  • Respiro sibilante
  • Tosse

Precedentemente conosciuta come asma indotta da esercizio, i risultati della broncocostrizione indotta dall'esercizio si traduce in un calo di oltre il 10% nel volume espiratorio forzato in 1 secondo, causato dall'esercizio. Circa 1 persona su 10 soffre di broncocostrizione indotta dall'esercizio, che colpisce quasi la metà di tutti gli atleti di sport invernali.

Nella foto sopra, la rosa canina ha 426mg / 100g di vitamina C, rispetto ai 53mg / 100g delle

arance.

E' stato rivelato che la vitamina C può ridurre il rischio di raffreddore comune tra le persone che subiscono molto stress fisico. Ciò ha indicato che potrebbe anche essere utile per le persone che fanno molto sforzo fisico.

Questo studio ha esaminato gli effetti che aveva l'assunzione di vitamina C sulla broncocostrizione causata da esercizio, utilizzando i dati di tre rilevanti studi randomizzati controllati con placebo.

Tutte le prove hanno rivelato che la vitamina C ha ridotto il calo di FEV1 di oltre il 50 per cento a seguito di un test di provocazione di esercizio. Il Dr. Hemilia ha detto che dato che le tre prove hanno portato a risultati positivi, le persone dovrebbe prendere in considerazione il test della vitamina C su base individuale per vedere se aiuta a risolvere eventuali problemi respiratori associati con l'esercizio, come la tosse o l'affanno.

Anche studi precedenti hanno trovato risultati simili. In realtà, una revisione di studi clinici controllati con placebo su vitamina C e il raffreddore comune ha concluso che la vitamina C potrebbe aiutare le persone sotto stress fisico pesante - come i maratoneti e sciatori – a ridurre il rischio di prendere un raffreddore.

29 esperimenti che hanno coinvolto 11.306 partecipanti hanno confrontato la vitamina C con placebo e hanno rivelato che l'assunzione di vitamina C non ha avuto effetto sull'incidenza di raffreddore comune nella popolazione generale. Tuttavia, le prove che hanno dimostrato la capacità della vitamina C per ridurre il rischio di contrarre il raffreddore comune sono stati quelli condotti tra le persone sottoposte a stress fisico a breve termine e corridori maratoneti. Gli autori di questo studio hanno detto che "il fallimento dell'integrazione di vitamina C di ridurre l'incidenza di raffreddore nella popolazione generale indica che l'integrazione di routine di vitamina C non è giustificata, ma la vitamina C può essere utile per le persone esposte a brevi periodi di intenso esercizio fisico ".

Riferimenti:

"Vitamin C may alleviate exercise-induced bronchoconstriction: a meta-analysis"

Department of Public Health, University of Helsinki, Helsinki, Finland

BMJ Open 2013;3:e002416 doi:10.1136/bmjopen-2012-002416

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Yoga: il Modo Migliore per Raggiungere la Serenità dell'Anima
02 Ottobre 2014

Yoga: il Modo Migliore per Raggiungere la Serenità dell'Anima

Scegli lo Yoga per migliorare la tua qualità della vita. Riduce lo stress, migliora la flessibilità e la forza

La tensione nervosa, lo stress e la vita frenetica sono una tra le maggiori cause di malattia del mondo moderno; lo yoga, uno dei migliori rimedi senza effetti collaterali

Sport nella Terza Età
01 Ottobre 2014

Sport nella Terza Età

La pratica che non conosce tempo

Un luogo comune molto diffuso è che ad una certa età sia necessario smettere di fare attività fisica. O che comunque, in età avanzata, non sia possibile cominciare a svolgere attività fisica.

Ultimi post pubblicati

Allenamenti Da Casa
25 Ottobre 2020

Allenamenti Da Casa

Quella di allenarsi a casa è quindi una scelta condivisa da un grande numero di persone che per difficoltà logistiche e spesso anche economiche preferiscono praticare un po’ di sano movimento tra le le mura domestiche senza aggiungere allo stress della vita quotidiana l’impegno di dover recarsi in palestra più volte a settimana.

Pancakes Proteici BULK POWDERS™ Recensione
21 Ottobre 2020

Pancakes Proteici BULK POWDERS™ Recensione

Ogni porzione permette di ottenere 6 piccoli pancake all'americana, oppure 2 grandi pancake, e questo a seconda delle dimensioni della padella che utilizzate, il tutto vi offrirà un apporto proteico pari a 36 grammi, una quantità senza uguali in confronto ad altri prodotti simili.