ABC Allenamento
(0)
Carrello (00)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Lavori Domestici e Mal di Schiena

data di redazione: 14 Gennaio 2016 - data modifica: 15 Gennaio 2016
Lavori Domestici e Mal di Schiena

Eliminare le cattive abitudini nelle faccende domestiche per la salute della nostra schiena

Se volete sentirvi bene ed essere in forma c'è un solo modo, cioè fare regolarmente attività fisica almeno due o tre volte a settimana, che si tratti di una camminata, una corsetta, qualche vasca in piscina, oppure di una serie di esercizi fatti con serietà. Questo vi assicurerebbe un buono stato di salute e soprattutto il benessere della vostra schiena.

Ma nonostante tutto il nostro impegno può essere che soffriamo comunque di mal di schiena e non riusciamo ad individuarne la causa e magari diamo la colpa all'attività fisica, interrompendola, peggiorando di fatto le cose.

Dobbiamo analizzare i movimenti di tutti i giorni, quelli che compiamo più spesso, tipo la nostra posizione alla guida ma soprattutto le nostre abitudini in casa, quindi individuare quelli sbagliati e correggerli.

È molto importante eseguire i lavori domestici con calma e cambiare spesso attività, per evitare che la colonna vertebrale rimanga sottoposta troppo a lungo allo stesso tipo di pressione.

Per esempio, è meglio pulire una stanza alla volta, in modo da passare l'aspirapolvere per un pò, quindi lucidare e spolverare, piuttosto che fare un lavoro che vi impegna per ore nella stessa posizione, con inevitabili conseguenze per la colonna vertebrale.

È fondamentale anche abituarsi ad alternare l'uso delle mani per poter esercitare gli stessi muscoli del corpo da entrambi i lati e, di conseguenza, fare in modo che le sollecitazioni sulla colonna siano simmetriche ed equilibrate.

LA CUCINA

Non ce ne rendiamo conto, ma anche semplicemente la nostra cucina è una zona insidiosa della casa per la nostra schiena. Per esempio, i piani di lavoro di solito hanno un'altezza standard dal pavimento che in genere risulta troppo bassa.

Anche sollevare pesanti utensili da cucina può sollecitare eccessivamente la schiena, specie quando vengono custoditi in armadietti troppo alti o troppo bassi della nostra cucina.

Tornando ai piani di lavoro, provate a controllarne l'altezza; la loro superficie dovrebbe essere dai 7 ai 10 cm più bassa del vostro gomito per consentirvi di preparare il cibo senza curvarvi in avanti in modo dannoso per il vostro corpo.

In quasi tutte le cucine i piani di lavoro andrebbero rialzati di almeno 10 o 15 centimetri, ma poiché questo risulterebbe alquanto costoso, potete anche decidere di adeguare l'altezza di una sola parte del piano, acquistando un'asse grande e appoggiandolo su un supporto fino ad ottenere l'altezza corretta. Anche i lavori al lavandino possono essere nemici della nostra schiena!

Quando lavate i piatti, dovreste evitare di sollecitare troppo la schiena rialzando l'altezza della superficie su cui lavorate; una soluzione potrebbe essere quella di mettere nel lavandino un catino rovesciato e se non basta appoggiargliene un'altro sopra: in questo modo potrete lavorare ad un'altezza più adeguata.

Inoltre state il più possibile vicino al lavandino, per evitare di dovervi sporgere troppo in avanti quando lavate i piatti.

Come dicevamo prima anche riporre o prendere gli utensili può gravare sullo stato di salute della nostra schiena.

Sistemate gli utensili che usate più spesso direttamente sul piano di lavoro, in una posizione facile da raggiungere.

Quando dovete prendere dei piatti o delle pentole pesanti troppo in alto o fatevi aiutare oppure prendete una sedia e piegate correttamente la schiena, e quando li prendete negli armadi bassi ricordatevi di inginocchiarvi.

RIFARE I LETTI

Rifare il letto è uno dei lavori più insidiosi per la nostra schiena. Purtroppo per rifare un letto bisogna chinarsi e risollevarsi più volte, e bisogna farlo correttamente, piegando le ginocchia, inginocchiandosi sul pavimento quando dovete rimboccare le lenzuola sotto il materasso.

Preferite le lenzuola e i piumini con gli angoli, e non allungatevi mai sul letto per rimboccare le lenzuola dall'altro lato: sistemate quindi il letto in modo da poterci comodamente girare intorno.

STIRARE

Anche stirare ci può causare problemi, può comportare una notevole sollecitazione alla colonna, perchè le braccia esercitano una pressione verso il basso nella parte anteriore del corpo mentre si sta chinati sull'asse.

Per ovviare a questo problema alzate il più possibile l'asse da stiro; inoltre può esservi d'aiuto anche poggiare un piede su un supporto sistemato davanti a voi.

Se non avete mai provato, una soluzione potrebbe essere quella di stirare da seduti se vi sentite meglio, in ogni caso cambiate spesso la posizione.

LA LAVATRICE

Quando c'è una pila di panni, peraltro bagnati e quindi pesanti, e siamo presi dalla fretta e dal lavoro è facile dimenticarsi di inginocchiarsi per riempire o svuotare la lavatrice. Basta una volta per farsi male!

Riponete pochi panni alla volta e se necessario quindi riempite la lavatrice a più riprese. Stessa cosa quando stendete i panni; stendetene pochi alla volta e assicuratevi che il filo sia ad un'altezza tale da non costringervi ad allungarvi verso l'alto.

L'ASPIRAPOLVERE

Pulire i tappeti e aspirare la polvere è un lavoro di routine, che però, anche nella casa più pulita, richiede l'impiego di una buona dose di forza.

Purtroppo questo lavoro comporta anche una posizione china, che può danneggiare la schiena, quindi ricordate questi consigli:

  1. Usate un modello di aspirapolvere lungo in senso verticale
  2. Tenete l'aspirapolvere vicino al corpo e fate movimenti piccoli in modo da non dovervi piegare
  3. Usate alternativamente entrambe le mani
  4. Fate spesso delle pause


Potrebbe interessarti anche

Ciclo di Cori in Breve
15 Luglio 2018

Ciclo di Cori in Breve

Il ciclo di Cori, anche detto ciclo dell’acido lattico, fu scoperto grazie agli studi condotti negli anni 30 e 40 del secolo scorso dai coniugi Carl e Gerty Cori, i quali scoprirono l’esistenza di una cooperazione metabolica, una suddivisione del lavoro, tra il muscolo scheletrico che lavora in condizioni di limitata disponibilità di ossigeno ed il fegato.

Ritmi Circadiani
04 Dicembre 2014

Ritmi Circadiani

10 Domande e Risposte sui Ritmi Circadiani

I ritmi circadiani sono cambiamenti fisici, mentali e comportamentali che seguono un ciclo giornaliero di circa 24 ore, rispondendo soprattutto alla variazione della luce e al rapporto luce - buio. Si trovano nella maggior parte degli esseri viventi, compresi gli animali, le piante e molti altri esseri anche piccoli come i microbi. Lo studio dei ritmi circadiani è chiamato cronobiologia.

Ultimi post pubblicati

Come Allenarsi a Casa Tutto L'anno
11 Maggio 2021

Come Allenarsi a Casa Tutto L'anno

Questo programma è completo ed esaustivo, in quanto è composto da schede di allenamento specifiche per l'aumento della massa e forza muscolare e altre specifiche per la definizione muscolare, mediante l'esecuzione degli esercizi più importanti ed efficaci del bodybuilding.

BodyBuilding a Circuito Per Perdere Grasso e Conservare La Massa Muscolare
21 Aprile 2021

BodyBuilding a Circuito Per Perdere Grasso e Conservare La Massa Muscolare

Come Perdere peso in grasso, senza perdere muscoli

Non ci sono dubbi che l’esercizio, in particolare quello orientato all’allenamento della forza, possa contribuire al mantenimento della massa muscolare durante la riduzione del peso. Per perdere grasso bisogna mettersi a dieta, i provvedimenti dietetici devono dare particolare attenzione all’assunzione delle proteine