(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Metabolismo Muscolare e Stanchezza

data di redazione: 29 Ottobre 2017
Metabolismo Muscolare e Stanchezza

In questo articolo vedremo come funziona il metabolismo muscolare, come ottengono energia e perché avvertono la stanchezza. I muscoli ottengono la loro energia da fonti diverse a seconda della situazione in cui il muscolo sta lavorando. I muscoli usano la respirazione aerobica quando sono chiamati per produrre un livello di forza basso o moderato. La respirazione aerobica richiede ossigeno per produrre circa 36-38 molecole di ATP da una molecola di glucosio. La respirazione aerobica è molto efficace e può continuare fino a quando un muscolo riceve adeguate quantità di ossigeno e glucosio per poter continuare a contrattarsi. 


Quando invece usiamo i muscoli per produrre un alto livello di forza, essi diventano così strettamente contratti che l'ossigeno trasportato dal sangue non può entrare nel muscolo. Questa condizione fa sì che il muscolo crei energia utilizzando la fermentazione dell'acido lattico, una forma di respirazione anaerobica. La respirazione anaerobica è molto meno efficiente rispetto alla respirazione aerobica. Vengono prodotte solo 2 molecole di ATP per ciascuna molecola di glucosio.


Per mantenere i muscoli funzionanti per un periodo di tempo più lungo, le fibre muscolari contengono diverse importanti molecole di energia. La mioglobina, un pigmento rosso presente nei muscoli, contiene ferro e conserva l'ossigeno in un modo simile all'emoglobina nel sangue. L'ossigeno dalla mioglobina consente ai muscoli di continuare la respirazione aerobica in assenza di ossigeno. Un'altra sostanza chimica che aiuta a mantenere i muscoli funzionanti è il fosfato di creatina. I muscoli utilizzano energia sotto forma di ATP, convertendo ATP in ADP per rilasciare l'energia. Il fosfato della creatina dona il suo gruppo fosfato all'ADP per riportarlo in ATP per fornire energia supplementare al muscolo. Infine, le fibre muscolari contengono glicogeno che conserva energia, una grande macromolecola fatta di molte molecole di glucosio collegate. I muscoli attivi scompongono il glucosio dalle molecole di glicogeno per fornire alimentazione interna.


Quando i muscoli esauriscono l'energia durante la respirazione aerobica o anaerobica, il muscolo si affatica rapidamente e perde la sua capacità di contrarsi. Questa condizione è conosciuta come affaticamento muscolare. Un muscolo affaticato contiene molto o meno ossigeno, glucosio o ATP, ma invece ha molti rifiuti dalla respirazione, come l'acido lattico e l'ADP. 


Il corpo deve assumere ossigeno supplementare dopo lo sforzo per sostituire l'ossigeno immagazzinato nella mioglobina nella fibra muscolare così anche per alimentare la respirazione aerobica che ricostruirà le scorte di energia all'interno della cellula. Il debito di ossigeno (o recupero di ossigeno) è il nome dell'ossigeno supplementare che il corpo deve assumere per ripristinare le cellule muscolari portandole al loro stato di riposo. Questo spiega perché ci si sente affannati (respiro accelerato) per alcuni minuti dopo una attività faticosa: il corpo sta cercando di ripristinarsi al suo stato normale.

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Il Vino Fa Bene?
17 Aprile 2016

Il Vino Fa Bene?

Secondo voi un bicchiere di vino durante i pasti fa parte di una strategia per un’alimentazione sana? Bene, secondo una nuova ricerca, farsi il bicchierino di rosso che accompagna i vostri pasti non è una sana abitudine come si pensava che invece fosse.

Che tipo di esercizio fisico può aumentare la memoria a lungo termine?
21 Ottobre 2014

Che tipo di esercizio fisico può aumentare la memoria a lungo termine?

Se pensate che per migliorare la vostra memoria si debba tutto all'allenamento del cervello e integratori come omega-3... allora non sapete tutto. Infatti, un nuovo studio condotto da ricercatori del Georgia Institute of Technology di Atlanta suggerisce che il lavoro in palestra, di soli circa 20 minuti, può migliorare la memoria a lungo termine.

Ultimi post pubblicati

Soufflè Proteici Al Cioccolato e Cocco
18 Febbraio 2019

Soufflè Proteici Al Cioccolato e Cocco

Volete terminare le vostre proteine al cioccolato realizzando una ricetta deliziosa? Vi consigliamo di provare il nostro soufflè proteico al cioccolato e cocco.
Preparazione: 20 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 2
Budino Proteico Alla Vaniglia
18 Febbraio 2019

Budino Proteico Alla Vaniglia

Il budino con latte e uova è un dolce altamente proteico ideale per una colazione o merenda da sportivo. In questa ricetta vi proponiamo un modo per farsi a casa propria un budino proteico con le vostre proteine del siero del latte. 
Preparazione: 40 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 2