Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Non Fare Esercizio Fisico causa più morti Rispetto all' Obesità

data di redazione: 16 Gennaio 2015 - data modifica: 15 Gennaio 2015
Non Fare Esercizio Fisico causa più morti Rispetto all' Obesità

Fare soli 20 minuti di camminata veloce al giorno può essere tutto quello che serve per ridurre il rischio di morte precoce in una persona sedentaria, come rivela un nuovo studio. I ricercatori inoltre hanno scoperto che il rischio di morte precoce, per mancanza di esercizio fisico, è il doppio di quella posta dall'obesità e non è necessariamente dipendente dall'essere obesi o in sovrappeso.

 

Queste sono state le conclusioni del team che ha analizzato i dati di oltre 334.000 uomini e donne che hanno preso parte ad un ampio studio europeo che ha osservato i legami tra cancro e dieta e che ha anche misurato molte altre variabili come l'esercizio fisico e il BMI.

 

Quando hanno analizzato i dati, i ricercatori hanno scoperto che rispetto al numero di decessi legati all'obesità, più del doppio sono stati legati alla mancanza di attività fisica - e, per di più – che solo un modesto incremento dell'attività fisica potrebbe fare la differenza, soprattutto tra le persone inattive.

 

Il primo autore Ulf Ekelund, professore di medicina dello sport che lavora presso l'unità di epidemiologia del Medical Research Council (MRC) presso l'Università di Cambridge nel Regno Unito e i suoi colleghi, hanno riportato i loro risultati sull'American Journal of Clinical Nutrition.

 

Il Prof. Ekelund dice che lo studio fornisce un semplice messaggio: ". Solo una piccola quantità di attività fisica ogni giorno potrebbe avere benefici per la salute sostanziali per le persone che sono fisicamente inattive"

 

Il più grande effetto è stato tra i gruppi inattivi e moderatamente inattivi

 

Per valutare il legame tra la mancanza di esercizio fisico e morte precoce - e di come questo potrebbe riguardare l'obesità - il team ha analizzato i dati di 334.161 uomini e donne di tutta Europa rilevati tra il 1992 e il 2000, che hanno fatto parte di uno Studio prospettico europeo sul cancro e nutrizione denominato ( EPIC) Study.

 

La serie di dati comprendeva misure di altezza, peso, girovita e il livello di attività fisica auto-riportata. I partecipanti sono stati seguiti per oltre 12 anni, durante i quali 21.438 di loro sono morti.

 

La squadra, quando ha confrontato i partecipanti inattivi e quelli moderatamente attivi, ha trovato una diminuzione del rischio di morte precoce. Come attività fisica, è stata usata una misura derivata dalla combinazione di tempo libero e dall'attività lavorativa.

 

I legami tra la morte precoce e l'inattività fisica sono stati osservati attraverso tutti i livelli di misure tra sovrappeso e obesità - sia in termini di BMI generale e centrale che di obesità addominale.

 

Lo studio ha classificato il 22,7% dei partecipanti come inattivi perché non hanno riferito di aver effettuato alcuna attività ricreativa in quanto occupati in lavori sedentari.

 

L'analisi ha rilevato che fare esercizio e bruciare solo 90-110 calorie al giorno - l'equivalente di 20 minuti di attività come una camminata veloce quotidiana - è stata sufficiente per spostare un individuo dal gruppo inattivo al gruppo moderatamente inattivo e ridurre il rischio di morte precoce del 16 -30%.

 

Il team sottolinea che mentre questo effetto è stato maggiore tra i partecipanti che avevano un peso normale, l'analisi ha evidenziato che ne hanno beneficiato anche i partecipanti in sovrappeso e obesi.

 

Il ricercatore dice che bisognerebbe fare di più di 20 minuti di attività al giorno

 

Tuttavia, il prof Ekelund osserva che, mentre 20 minuti di camminata veloce al giorno possono fare la differenza, dobbiamo davvero fare di più, in quanto "l'attività fisica ha molti benefici provati per la salute e dovrebbe essere una parte importante della nostra vita quotidiana."

 

Il coautore Professor Nick Wareham, Direttore dell'Unità MRC di Cambridge, dice che mentre c'è bisogno di continuare con gli sforzi sulla salute pubblica che riducono i livelli di obesità, bisogna anche aiutare le persone ad aumentare l'attività fisica. Questo potrebbe essere più facile da raggiungere e mantenere, oltre che avere importanti benefici per la salute, aggiunge.

 

Noi di ABC Allenamento, invitiamo i nostri lettori a spronare anche i propri familiari o amici che sono inattivi, affinché possano raggiungere adeguati livelli di attività fisica giornaliera e godere di una vita migliore e più lunga.

 

Riferimenti:

Physical activity and all-cause mortality across levels of overall and abdominal adiposity in European men and women: the European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition Study (EPIC), Ulf Ekelund, et al., Am J Clin Nutr, doi:10.3945/​ajcn.114.100065, published online 14 January 2015, abstract.

Cambridge University news release, accessed 15 January 2015.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Caffè Normale o Decaffeinato?
22 Ottobre 2014

Caffè Normale o Decaffeinato?

Due o tre tazze al giorno possono dare benefici anche al fegato?

Sia il caffè normale che quello decaffeinato hanno mostrato di abbassare gli enzimi epatici in uno studio ai partecipanti che ne hanno bevuto almeno tre tazze al giorno. I benefici del caffè dovuti ad alcuni composti che si trovano sia nel caffè normale che in quello decaffeinato che non è caffeina.

Yoga: le 6 posizioni migliori per contrastare il mal di schiena
02 Ottobre 2014

Yoga: le 6 posizioni migliori per contrastare il mal di schiena

Il mal di schiena curato con lo Yoga

Posizioni Yoga da fare a casa: la posizione del bambino, quella del gatto, e tante altre illustrate e spiegate in questo articolo. 

Ultimi post pubblicati

Nuovo Allenamento Americano Per Massa e Definizione
14 Luglio 2020

Nuovo Allenamento Americano Per Massa e Definizione

Negli Stati Uniti sono tornati di moda i programmi di allenamento OLD STYLE in FULL BODY. Nelle schede di allenamento in FULL BODY, tutto il corpo viene allenato in ogni seduta; molti preparatori hanno verificato che, l'allenamento in multi-frequenza, è da preferire all'allenamento in mono-frequenza, soprattutto se parliamo di natural bodybuilding.

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento
07 Luglio 2020

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento

Avere un buon Maestro per i propri allenamenti vuol dire evitare una serie di errori e perdite di tempo che tarderebbero l'arrivo dei risultati sperati. Infatti, nel mondo del fitness e dell'allenamento in generale e come nella vita il fallimento è alla base del processo di apprendimento: è impossibile apprendere bene una cosa senza prima averla affrontata in tutte le sue forme incluse quelle più dolorose.