(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Ormoni Androgeni

data di redazione: 06 Novembre 2017
Ormoni Androgeni

Gli Ormoni Androgeni sono Ormoni steroidei che hanno come effetto principale quello di determinare, nell’organismo maschile, alla pubertà, lo sviluppo dell'apparato genitale e dei caratteri sessuali secondari.  I principali ormoni androgeni sono:

  • il testosterone
  • il diidrotestosterone
  • l'androstenedione
  • l’androsterone
  • il deidoepiandrosterone

E vengono prodotti dalle gonadi e dalla ghiandole surrenali. Nell’uomo vengono prodotti dalle cellule interstiziali del testicoli, la cui attività é controllata dalla adenoipofisi attraverso la secrezione di ormone luteotropo, a sua volta regolato da un meccanismo di controllo. Nella donna vengono prodotti anche se in minima quantità dalle ovaie e dalla placenta.

Gli steroidi entrano nella cellula per diffusione passando attraverso la membrana cellulare e si legano a specifici recettori intracellulari. Dopo il legame il complesso Steroide-recettore é trasportato a nucleo dove interagisce in siti specifici localizzati su geni. Gli ormoni agiscono a livello dell'apparato genitale maschile determinando:

  • Accrescimento del pene
  • Accrescimento della prostata
  • Accrescimento delle vescicole seminali

Al di fuori dell'apparato genitale gli ormoni promuovono lo sviluppo ed il mantenimento di quel complesso di tratti somatici e comportamentali che sono propri del maschio:

  • Tono della voce
  • Peli e distribuzione pannicolo adiposo
  • Sviluppo della massa muscolare
  • Sviluppo della struttura ossea
  • Aggressività
  • Intraprendenza nei confronti dell'altro sesso

Gli ormoni androgeni hanno inoltre un importante effetto anabolizzante, in quanto stimolano in tutti i tessuti (particolarmente nel tessuto muscolare) la sintesi di nuove proteine; nel tessuto osseo essi facilitano i processi di ossificazione.Un’abnorme riduzione della produzione di ormoni androgeni si osserva nelle condizioni di ipogonadismo, che possono dipendere da processi patologici a carico del testicolo (ipogonadismo primitivo) o dell’ipofisi (ipogonadismo secondario); se la carenza di ormoni androgeni si instaura prima della pubertà viene a mancare la maturazione sessuale (eunuchismo); se si manifesta dopo la pubertà i sintomi sono meno accentuati (eunucoidismo). Nella donna l’eccessiva secrezione di ormonl androgeni determina modificazioni somatiche più o meno marcate: dal semplice aumento della diffusione e della crescita dei peli fino a diventare mascoline anche in altre parti del corpo. 

ALLENAMENTO E TESTOSTERONE

Uno studio scientifico effettuato su pesisti, constatò un aumento di testosterone subito dopo 30 minuti di esercizio con i pesi e un ritorno ai livelli di riposo entro 30 minuti. Altri studi dimostrarono che l'aumento di testosterone era proporzionale all'intensità dell'esercizio, ma non dalla sua durata. Infatti dopo esercizi intensi di durata il testosterone e soprattutto l'LH (ormone luteinizzante che stimola il testicolo a produrre testosterone), diminuiscono notevolmente (LH del 50%) e rimangono depressi per molte ore. 

Un altro studio ha verificato che In seguito ad un periodo prolungato di intenso allenamento per la forza, si osserva un aumento delle concentrazioni plasmatiche di testosterone (20-25%). Si consideri che sebbene anche i livelli plasmatici di cortisolo siano stimolati dall’allenamento di forza, la ripetizione in cronico dello stesso comporta comunque nel lungo termine un aumento progressivo della massa muscolare.

Si rappresenta che il testosterone presenta un picco tra le  6 e le 7, mentre la sua secrezione minima si ha tra le 16.00 e le 21.00. Solo una piccola parte circola liberamente ed è libera di entrare nella cellula, e viene chiamata testosterone libero: la rimanente quantità è legata a proteine e per attivarsi deve rompersi tale legame.

Valori di testosterone libero: 

  • 8-48 ng/ml maschio adulto 
  • 0,7-3,8 ng/ml donna adulta
Scritto da: ABC Team
Scarica eBook
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Antociani
28 Gennaio 2015

Antociani

Cosa sono e a cosa servono; quali benefici apportano alla salute

Gli Antociani, questi composti potenti possono aiutare a prevenire malattie cardiovascolari e il cancro e aumentare la funzione cognitiva e molto altro ancora... Molti dietologi sono ben consapevoli dei benefici che frutta e verdura forniscono, ma pochi possono conoscere i nomi reali e i tipi di composti che combattono le malattie in essi contenuti che sono molto importanti per una buona salute.

Che tipo di esercizio fisico può aumentare la memoria a lungo termine?
21 Ottobre 2014

Che tipo di esercizio fisico può aumentare la memoria a lungo termine?

Se pensate che per migliorare la vostra memoria si debba tutto all'allenamento del cervello e integratori come omega-3... allora non sapete tutto. Infatti, un nuovo studio condotto da ricercatori del Georgia Institute of Technology di Atlanta suggerisce che il lavoro in palestra, di soli circa 20 minuti, può migliorare la memoria a lungo termine.

Ultimi post pubblicati

Alimenti e Integratori Che Aumentano il Testosterone
18 Maggio 2019

Alimenti e Integratori Che Aumentano il Testosterone

Il testosterone alto, il principale ormone maschile, è un ottimo segno per la salute, ecco perché ci si domanda sempre come aumentarlo con l'alimentazione o altre soluzioni, ovviamente naturali e non chimiche.

Definizione Muscolare - La Scheda Migliore
16 Maggio 2019

Definizione Muscolare - La Scheda Migliore

Acquisire massa muscolare è abbastanza semplice, basta mangiare un pò di più adottando un allenamento strutturato sui grandi esercizi, spingendo grossi carichi; in linea di massima questa strategia ha sempre dato ottimi risultati in termini di aumento di peso e massa muscolare. Il problema nasce quando si deve perdere grasso, cercando di non perdere la massa muscolare, faticosamente acquisita nella fase bulk.