Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Viagra Naturale con Questi 4 Alimenti

data di redazione: 29 Novembre 2017
Viagra Naturale con Questi 4 Alimenti

Sesso - Alimenti da Consumare e Alimenti da NON Consumare

Il Viagra è sicuramente uno dei farmaci più conosciuti e famosi per favorire delle ottime prestazioni sessuali. Il Viagra viene utilizzato per la sicurezza di avere un rapporto con il massimo della potenza erettile possibile. In tali contesti, che hanno a che vedere con la psiche e non con la biologia dei recettori nei tessuti, si può anche manifestare un certo grado di dipendenza, non dissimile da quello esercitato dalla coperta di Linus. Se quindi non avete intenzione di passare alla pillola blu, esistono alcuni rimedi naturali che potrebbero aiutarvi in questo contesto della vostra vita sociale. È solo una credenza o esistono davvero alcuni alimenti "afrodisiaci"? 

Quel che è certo è che ad oggi non esistono ancora dati oggettivi sulla correlazione tra sessualità e cibo. In ogni caso molluschi e crostacei, il peperoncino, le castagne, le carni rosse, il vino e tanti altri cibi sono considerati tutt'ora alimenti dall'indiscusso potere afrodisiaco.

È anche vero che ci sono invece alimenti che vantano proprietà eroiche solo grazie alla loro forma e non per le sostanze in essi contenute, come gli asparagi, il finocchio o la banana, come è vero che altri alimenti sono considerati alleati del sesso esclusivamente perchè in grado di conferire energia, come le uova o la frutta secca.

Ma allora c'è qualcosa di vero o è tutta suggestione?

Diciamo che il cibo miracoloso in questo senso non esiste, però ci sono alcuni alimenti, che più o meno direttamente sono in grado di attivare la libido. Vediamo allora 4 alimenti interessanti.

IL PEPERONCINO

  • Il re dei cibi afrodisiaci è il peperoncino, una spezia utilizzata già dall'antichità ed alla quale gli si attribuiscono ancora oggi forti poteri in ambito sessuale. 
  • Sicuramente il peperoncino può aiutare "fisicamente" in tal senso, in quanto stimola la vasodilatazione periferica, aumenta l'afflusso di sangue agli organi genitali e dato che è un vasodilatatore aumenta di conseguenza la potenza sessuale. 
  • Alcune ricerche hanno evidenziato come il peperoncino riesca a favorire l'erezione grazie all'ormone Vip (vasoactive intestinal polypeptide). 
  • Uno studio ha dimostrato inoltre come un consumo costante e cospicuo di peperoncino aiuti ad aumentare i livelli di testosterone, l'ormone maschile deputato allo sviluppo degli organi sessuali, oltre che dei peli e della barba, e i cui livelli giocano un ruolo fondamentale nella fertilità e nella sessualità dell'individuo.

IL CIOCCOLATO

  • Sarà un caso se a San Valentino spesso si regala il cioccolato?
  • Sicuramente demonizzato da tanti per questione di linea il cioccolato fondente invece è un alimento prima di tutto carico di magnesio, un minerale importantissimo per la nostra salute perchè in grado di distendere e rilassare il sistema nervoso, per la regolazione del ritmo cardiaco ed ha azione vasodilatatoria. 
  • Ma il dato più rilevante in termini di sessualità è che il cioccolato contiene sostanze eccitanti come la teobromina e la feniletilamina. 
  • In particolare la teobromina ha proprietà vasodilatatorie e fa bene a tutto l'apparato cardiocircolatorio, ed i valori di questa sostanza in questo alimento sono considerevoli, dato che in 100 g di cacao sono contenuti 2.057 milligrammi di teobromina. 
  • Inoltre la teobromina è in grado di stimolare la produzione di serotonina, l'ormone del buon umore, caratteristica fondamentale per una serata in compagnia della propria partner.

FINOCCHIO E SEDANO

  • Il sedano già nell'antichità era collegato alla sfera erotica, infatti si sosteneva che la sua radice, se mangiata cruda, fosse un potente afrodisiaco. 
  • Forse questa era solo un'antica credenza, quello che è certo però è che il succo di sedano non soltanto è antiastenico e antireumatico, ma contiene un tasso elevato di vitamina E, fattore equilibratore delle funzioni sessuali. 
  • Inoltre il sedano è ricco di androstenone, un ormone maschile che esercita un vero e proprio richiamo sessuale nei confronti della partner. Invece il finocchio è ricco di fitoestrogeni, ovvero delle sostanze che agiscono in maniera molto simile agli ormoni estrogeni femminili, stimolando per cui il desiderio sessuale.

Dopo aver visto quali sono i 4 alimenti migliori, vediamo qui di seguito cosa NON dovete consumare prima di un appuntamento galante.

  • liquirizia perchè abbassa i livelli di testosterone, quindi il classico digestivo alla liquirizia post cena è da bannare assolutamente
  • formaggi, quindi prediligere pizze senza mozzarella e formaggi vari
  • fagioli che per quanto diano energia non risparmiano la sensazione di gonfiore.
  • cioccolato al latte non va a braccetto con la libido, scegliere cioccolato fondente con una percentuale superiore al 70%
  • Salsicce, hamburger e carni grasse, ostruiscono le arterie e quindi il sangue non scorre come dovrebbe in tutto il corpo, parti intime comprese
  • Altro nemico del testosterone è la menta piperita, insieme a tofu e soia (per i fitoestrogeni contenuti), occhio quindi a non bere mojito come acqua 
  • l'acqua tonica contiene chinino come aromatizzante, storico agente antimalarico collegato ad una diminuzione della funzione sessuale.
  • patatine fritte, ad alto indice glicemico ed eccessivamente elaborate: il rischio è di avere una sferzata di energia seguita da un crollo nel momento 'cloù del dopocena
  • vino rosso in quantità moderate può contribuire a togliere qualche inibizione e a scaldare l'atmosfera, ma se viene consumato in eccesso rischia di rovinare la serata
  • farina d'avena troppo elaborata da digerire
  • bevande energetiche una forte eccitazione iniziale si trasformerà in un boomerang dopo poco tempo
  • broccoli troppo fibrosi e di difficile digestione per una notte d'amore
Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Sindrome Premestruale parte 2
01 Ottobre 2014

Sindrome Premestruale parte 2

A cura della Dott. S. Missori

Il DSM IV (manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali) ha stabilito dei criteri per la diagnosi del disturbo disforico premestruale, anche se la classificazione ha suscitato diverse critiche. Questo probabilmente perché, mettendo da parte il femminismo, pone l'accento sulla non stabilità emotiva e comportamentale delle donne legata alle fisiologiche fluttuazioni ormonali.

Come Combattere lo Stress con il Cibo
06 Ottobre 2016

Come Combattere lo Stress con il Cibo

Ci sono dei periodi che ci alleniamo troppo, alcuni in cui i ritmi di lavoro ci costringono a pause di riposo troppo corte oppure semplicemente periodi di cambio di stagione, durante i quali il nostro corpo rischia di essere sopraffatto da quel malessere invisibile ma estremamente fastidioso chiamato stress.

Ultimi post pubblicati

Personal Trainer Sì o No?
27 Settembre 2019

Personal Trainer Sì o No?

I personal trainer sono atleti avanzati, magari anabolizzati? Questa è una credenza popolare anni 90 che in questo post sarà smentita. Affidarsi ad un personal trainer vuol dire scegliere di fare il giusto ingresso in una palestra; vuol dire approcciarsi correttamente al mondo dell’allenamento fitness.

Schede Di Allenamento Online Per Tutti
15 Settembre 2019

Schede Di Allenamento Online Per Tutti

Il mondo delle palestre è un ambiente nuovo e vorresti evitare di sbagliare allenamento? In questo articolo troverai la scheda di allenamento da portare sempre con te (smartphone e/o cartaceo).