Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Alimentazione Bob

data di redazione: 04 Febbraio 2015
Alimentazione Bob

Esempio dieta per un allenamento in montagna

Caratteristiche peculiari della discesa con il bob

La discesa con il bob è un’attività piuttosto impegnativa per l’apparato muscolare, per l’apparato tendineo e articolare, a causa dell’azione di spinta e dei carichi di lavoro effettuati in sede di allenamento, la pratica prolungata e l’impiego di pesi eccessivi nel lavoro di potenziamento possono provocare stress articolari e tendinei agli arti inferiori, nella fattispecie ai legamenti del ginocchio e della caviglia, al tendine del quadricipite e al tendine d’Achille.

Non è da sottovalutare lo stress alla zona lombare, ma sono soprattutto ricorrenti patologie al gomito e alla spalla. Il maggior pericolo è legato al possibile rovesciamento del mezzo, con conseguenze simili a quelle di un incidente automobilistico. 

Consumo energetico

Il bob comporta un modesto consumo energetico, nella misura di circa 3-4 Kcal/h per ogni kg di peso corporeo; per un uomo di 75 kg=75x3=225 (oppure x 4= 300) Kcal.

 

Alimentazione

L’intensità dello sforzo suggerisce di alimentarsi con un pasto leggero ma completo (pochi grassi e giusto quantitativo di carboidrati) almeno due ore prima dell’inizio della gara o degli allenamenti. Durante le pause è utile bere, moderatamente, liquidi con un leggero apporto di zuccheri e consumare piccoli spuntini. Se si intraprende un allenamento con i pesi per aumentare la massa muscolare, è opportuno aumentare la quantità di calorie e proteine giornaliere.

Colazione

Si può iniziare bene la giornata di allenamento con:

  • un caffè
  • una tazza di latte o di yogurt
  • fette biscottate o cereali oppure pane con marmellata
  • un bicchiere di succo di frutta
  • un paio di frutti di stagione

 

Spuntino a metà mattina

Da fare a metà mattina per arrivare bene all’ora di pranzo:

  • cioccolato fondente
  • 3-4biscotti
  • un frutto

 

Pranzo

  • Pasta o riso al pomodoro
  • Una fettina di carne magra (petto di pollo, fettina di vitello)
  • Una fetta di pane integrale
  • 2 frutti
  • caffè

 

Spuntino pomeridiano

  • the con biscotti
  • un frutto (un'arancia è il top)

 

Cena

La giornata di allenamento si è conclusa ora possiamo concederci un pasto più abbondante ma sempre leggero.

  • 1 piatto di pasta, riso o polenta
  • un secondo a scelta tra carne, uova e pesce
  • un piatto abbondante di verdura, a cui abbiamo rinunciato di giorno per non rallentare la digestione
  • frutta fresca o dessert

 

 

Importante: cenare presto per coricarsi a digestione avvenuta.

 

 

 

Buon allenamento da ABC

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

10 Mantra che ti permetteranno di arrivare in fondo alla Maratona
12 Febbraio 2017

10 Mantra che ti permetteranno di arrivare in fondo alla Maratona

Quando la corsa si fa dura, i podisti ... a volte sono tentati di mollare, diciamo la verità. Recitare un mantra ti può aiutare a mantenerti in gare, sia che tu stia lottando per un chilometro, dieci oppure una maratona. Prendi spunto da qui, crea un mantra di tua scelta.

Come Migliorare la Tecnica nello Sprint
19 Maggio 2016

Come Migliorare la Tecnica nello Sprint

Se si fraziona la tecnica dello sprint in tutte le sue componenti è possibile concentrarsi su ognuno di questi e migliorare le specifiche fasi dell'azione. Ecco quali esercizi puoi fare per migliorare la tua tecnica dello sprint.

Ultimi post pubblicati

Shawn Rhoden Squalificato a Vita
23 Luglio 2019

Shawn Rhoden Squalificato a Vita

Il 2019 non ha portato fortuna a Shawn Rhoden, infatti il campione in carica,  non potrà più gareggiare sul palco del mr Olympia per il resto della sua vita. Dopo l’accusa di stupro, l'azienda che organizza l'evento del mr Olympia ha deciso di squalificare a vita il vincitore del mr Olympia 2018.

PRONATORE ROTONDO
18 Luglio 2019

PRONATORE ROTONDO

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo pronatore rotondo fa parte dei muscoli del primo strato della regione anteriore dell'avambraccio ove è anche il più laterale.