Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Alimentazione e Preparazione Atletica Kitesurf

data di redazione: 13 Gennaio 2015
Alimentazione e Preparazione Atletica Kitesurf

Come prepararsi e cosa mangiare prima di salire sulla tavola

Praticare Kitesurf non è eccessivamente gravoso in termini di dispendio calorico: Infatti discreto è il consumo calorico, stimato in 5-7 Kcal/h per ogni kg di peso corporeo, per un uomo di 75 kg  = 75x5=375 (x7=525) Kcal.

 

Benefici nella pratica

È un’attività ideale per scaricare le energie psicofisiche, fare Kite surf è una valida alternativa ad altre attività veliche effettuabili in ambiente marino o lacustre; inoltre è utile per mantenere le coordinazioni di base e il tono muscolare.

Un’attività intensa (di circa un’ora) comporta un discreto consumo calorico e contribuisce a tenere sotto controllo il peso corporeo.

 

 

Consigli generali per prepararsi a  salire sulla tavola

Praticato a medio livello non richiede una preparazione specifica ma una buona resistenza generale alla fatica e agli agenti atmosferici, nonché un tono muscolare adeguato, specie degli arti inferiori, della zona dorso-lombare e addominale.

Si consiglia un allenamento con corsa lenta e prolungata oppure si può optare per altre attività aerobiche come

  • pattinaggio
  • bicicletta
  • sci di fondo
  • nuoto
  • canottaggio
  • esercizi e tono muscolare a terra (allenare addominali e lombari, fare piegamenti sulle braccia giornalmente e squat statico)
  • infine è utile allenarsi con le trazioni alla sbarra almeno due volte la settimana.

 

Lo stretching è molto utile per prevenire fastidi articolari e tendinei., quindi esso deve fare parte della preparazione.

Riscaldamento a terra

Il riscaldamento deve essere composto da esercizi calistenici e deve avere la durata di almeno 15 minuti per prevenire strappi ed infortuni.

Esempio:

  1. 5 minuti di corsa
  2. Affondi avanti 2x10 x gamba
  3. Affondi indietro
  4. jumping jacks ed esercizi affini per scaldare le articolazioni

 

 

Alimentazione

Prima di uscire in mare si consiglia un pasto leggero ma completo composto da pochi grassi e ricco di carboidrati complessi da consumare almeno 1 ora prima del riscaldamento a terra.

 

Due esempi di pasti

  1. Un piatto di pasta o riso integrali condito con olio evo e un frutto
  2. Petto di pollo 180 gr con insalata mista composta da verdura di stagione e un frutto.

 

Tra un’esibizione e l’altra, è opportuno assumere liquidi naturalmente zuccherati come spremuta di arancia o di ananas e consumare frutta fresca.

 

Buon allenamento da ABC

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

10 Mantra che ti permetteranno di arrivare in fondo alla Maratona
12 Febbraio 2017

10 Mantra che ti permetteranno di arrivare in fondo alla Maratona

Quando la corsa si fa dura, i podisti ... a volte sono tentati di mollare, diciamo la verità. Recitare un mantra ti può aiutare a mantenerti in gare, sia che tu stia lottando per un chilometro, dieci oppure una maratona. Prendi spunto da qui, crea un mantra di tua scelta.

L'Approccio Razionale al Training Programmare la Stagione a 360°
01 Ottobre 2014

L'Approccio Razionale al Training Programmare la Stagione a 360°

Il Dott. Bertuccioli apre gli orizzonti su come raggiungere gli obiettivi non solo attraverso l'allenamento

Pensando alla programmazione generalmente la maggior parte degli atleti si riferisce all’organizzazione dell’allenamento secondo particolari pratiche o metodiche finalizzate al raggiungimento di specifici obiettivi. Questo pur essendo corretto non definisce in maniera completa e tanto più esaustiva

Ultimi post pubblicati

Colazione: Sì o No?
10 Agosto 2020

Colazione: Sì o No?

La colazione è sempre stata considerata dai nutrizionisti un dogma imprescindibile, dove coloro che iniziavano la giornata con solo un caffè erano, per anni, considerati dei blasfemi. Ultimamente il recente successo delle tecniche di digiuno intermittente hanno minato questa certezza.