Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Basket ed Equilibrio

data di redazione: 30 Settembre 2015
Basket ed Equilibrio

Consigli pratici per sviluppare l'equilibrio - posizione fondamentale nel Basket

Il basket rientra indubbiamente negli sport di squadra di maggior velocità con spiccati spunti atletici, tecnici e tattici e alla pari ad altri sport di squadra più diffusi è ritenuto tra i più complicati dal punto di vista normativo.

Queste due caratteristiche influiscono profondamente sul bagaglio tecnico dei singoli giocatori, dove alcuni movimenti fondamentali:

  • l'equilibrio
  • la posizione
  • il palleggio
  • il passaggio
  • il tiro
  • il rimbalzo
  • la difesa

Costituiscono la base di ogni singola azione di gioco. Alcuni di essi sono fortemente delineati dal regolamento, in particolare il palleggio, la difesa e il rimbalzo, mentre gli altri si sono sviluppati, con il passare degli anni, per diventare dettagli necessari per lo sviluppo di un gioco completo e dinamico.

L'EQUILIBRIO E LA POSIZIONE


  • I cambi repentini di velocità
  • gli scatti
  • gli arresti
  • i frequenti contatti con gli avversari

obbligano il giocatore di pallacanestro ad avere un perfetto controllo del corpo in ogni istante per poter compiere ogni movimento con la massima efficacia e con il minimo sforzo.

Ciò significa possedere un vero e proprio equilibrio fisico e mentale:

  1. il primo si esplica in rapidi movimenti portati a termine con precisione
  2. il secondo ha come scopo l'utilizzo ottimale delle energie e l'applicazione efficace della tattica.

In pratica, l'equilibrio mentale è una caratteristica difficilmente spiegabile in quanto si acquisisce con l'esperienza e con la pratica nelle azioni reali di gioco.

Viceversa, la posizione fondamentale è il risultato pratico del migliore equilibrio corporeo e si concentra principalmente in tre punti:

  1. i piedi
  2. le gambe
  3. gli occhi

Ovviamente, il senso di equilibrio è qualcosa di innato. È molto difficile dare istruzioni precise per ottenere la posizione migliore, in quanto quest'ultima è il frutto dell'adattamento della propria struttura fisica al tipo di allenamento.

Nonostante tutto, possiamo dare alcuni consigli pratici per migliorare la vostra predisposizione alla posizione fondamentale.

LA POSIZIONE FONDAMENTALE


  • I piedi devono essere paralleli a una distanza l'uno dall'altro che non deve superare la larghezza delle spalle
  • tutta la pianta del piede deve rimanere a contatto con il terreno perché solamente in questo modo è possibile compiere il più rapidamente possibile movimenti quali il salto, lo scatto, la corsa in avanti e indietro, lo scivolamento laterale e in generale tutti i movimenti fondamentali
  • quando si possiede la palla è bene muovere un solo piede, l'altro deve rimanere fermo e per questo motivo è chiamato "piede perno", le gambe sono obbligatoriamente piegate con tibia e femore che formano un angolo di circa 120° (questa posizione consente anche di essere reattivi a ogni sollecitazione che proviene dal giocatore avversario o dalla palla)
  • è utile imparare a muoversi, correre e scivolare lateralmente, senza imprimere al bacino un movimento ondulatorio che rallenterebbe l'azione e determinerebbe una posizione di scarso equilibrio nel momento della distensione
  • gli occhi non devono perdere mai di vista la palla e il giocatore avversario. La cosiddetta visione periferica viene sviluppata nel basket in maniera spropositata dalla rapidità del gioco; il possesso di palla complica le cose, la palla viene tenuta da entrambe le mani aperte e con i polpastrelli che la stringono sui due poli opposti, gli occhi non guardano la palla, ma cercano lo sbocco migliore per l'azione, dirigendo lo sguardo piuttosto verso il canestro o verso i compagni di squadra
  • il possesso di palla viene difeso allargando i gomiti e usando il corpo come scudo

Buon ABC allenamento

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Allenamento Basket Forza e Potenza
01 Ottobre 2014

Allenamento Basket Forza e Potenza

Programma completo 360 giorni per migliorare nel Basket

Ecco la seconda parte dell'allenamento di Basket   dove troverete il programma con le schede / tabelle di allenamento per l'intero anno atletico. L'allenamento di basket completo 360giorni parte prima, deve essere letta per capiere bene come funzionano questi allenamenti. Aumentare la potenza e la forza sono dei fattori che fanno la differenza tra un giocatore di basket amatore e d'elite. Quindi non ci resta che metterci subito a lavoro:

Allenamento Basket, Accelerazione e Velocità
31 Marzo 2015

Allenamento Basket, Accelerazione e Velocità

Aumentare velocità e agilità nel basket

Per gli sport multi-sprint come il basket, calcio e tennis la velocità assoluta non è il fattore più importante. Cambiare rapidamente la direzione e l’accelerazione sono molto più importanti. Questi esercizi di velocità e agilità sono progettati per migliorare la velocità nei cambi di direzione e l'accelerazione.

Ultimi post pubblicati

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento
07 Luglio 2020

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento

Avere un buon Maestro per i propri allenamenti vuol dire evitare una serie di errori e perdite di tempo che tarderebbero l'arrivo dei risultati sperati. Infatti, nel mondo del fitness e dell'allenamento in generale e come nella vita il fallimento è alla base del processo di apprendimento: è impossibile apprendere bene una cosa senza prima averla affrontata in tutte le sue forme incluse quelle più dolorose.

Fullbody in Giant Sets
03 Luglio 2020

Fullbody in Giant Sets

Come Allenare Tutto il Corpo in Solo 30 Minuti per una Definizione da Urlo

Le routine in fullbody sono dure, durissime ma hanno dimostrato di bruciare più grasso corporeo rispetto alle routine dove il corpo é diviso in varie parti. Questi allenamenti in set giganti per tutto il corpo, possono essere eseguiti in qualsiasi luogo, a seconda degli attrezzi a disposizione, con una frequenza settimanale minima di 3 giorni sino ad un massimo di 5 giorni a settimana.