Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Boxe – 5 modi per eseguire una finta

data di redazione: 04 Febbraio 2016
Boxe – 5 modi per eseguire una finta

Come per prendere di sorpresa l'avversario

Le finte nella boxe sono manovre che sono progettate per distrarre o fuorviare l’avversario, facendogli credere che una certa azione avrà luogo quando in realtà, un'altra azione o nessuna azione si verificherà effettivamente.

Questo modo di agire è particolarmente importante nel pugilato se l’avversario è uno specialista sulla difensiva, e quindi è necessario trovare un modo per aprire la sua guardia.

Le finte sono una tecnica quasi dimenticata della boxe. Non si vedono così spesso come lo erano una volta, ed è un peccato perché l’attuazione di finte nel vostro repertorio migliorerà il vostro modo di combattere.

Ecco 5 modi per fare una finta nella boxe per prendere di sorpresa il vostro avversario.

1) Pugno a metà strada

Il nome dice tutto, ma la giusta impostazione e la tecnica corretta sono fondamentali per non rendere vana la vostra finta.

In sostanza, il vostro scopo è quello di tirare un pugno a metà strada (più o meno), senza estendere completamente ogni parte del vostro corpo, in modo da indurre il vostro avversario a muoversi in una certa direzione e scomporlo in modo tale da portare a segno il vostro pugno “vero”.

È importante che non commettiate errori nel corso di questa finta perché se si esagera nel movimento, un combattente intelligente sulla base dello stesso trucco ne può approfittare a suo vantaggio.

2) Finta con un passo avanti

Non molti pugili hanno la capacità di utilizzare questa tecnica in modo efficace, anche se sembra semplice, non sempre è il caso di fare un passo in avanti.

Lo devi fare quando sei nel giusto raggio d’azione e in un modo abbastanza convincente, per indurre l'avversario a pensare che stai effettivamente cercando di portare un nuovo attacco.

Questo significa che devi muovere rapidamente il busto in avanti allo stesso tempo del passo, tutto in un movimento rapido. L’avversario di solito fa un passo indietro per evitare il pugno che sta arrivando, ecco che allora puoi fare un nuovo passo e tirare un diretto. È una mossa rischiosa e richiede un veloce gioco di gambe. In alternativa, il tuo avversario se si tira indietro, para, muove la testa o piega le ginocchia senza fare un passo indietro, ecco che allora potresti essere nel raggio d’azione giusto per colpirlo di sorpresa.

Se c’è uno che lo fa bene, è Manny Pacquiao, che ha utilizzato molto questa finta per colpire o mandare KO i suoi avversari.

3) Finta inclinandosi di lato

Non lo confondete con il movimento della testa o una schivata, in quanto questo non è inteso come l’evitare il pugno, ma serve piuttosto ad aprire la guardia in alto.

Quando vi inclinate, non dovete essere troppo veloci, ma è consigliabile sempre inclinarsi verso l'esterno del piede in modo da tirare un bel gancio potente oppure un diretto.

Si può vedere una resa di questo da alcuni dei combattimenti Sergio Martinez, in particolare contro Julio Cesar Chavez jr.

4) Finta piegando le ginocchia

Per caricare più potenza nel pugno, una delle cose che si fa di solito è quella di “sedersi sul pugno". Motivo per cui quando si piegano le ginocchia, indica istintivamente che sta per essere tirato un colpo.

Non ci si deve piegare troppo per semplice fatto che poi si deve tornare velocemente in posizione per attaccare o difendere.

Tutto quello che serve per fare una finta è un leggero incurvamento delle ginocchia in combinazione con leggero movimento delle mani. Un esempio di un combattente che spesso utilizza questa tecnica è Guillermo Rigondeaux, probabilmente il più grande pugile dilettante e campione del mondo.

5) Finta di Jab

Ci sono due modi in cui è possibile usare il jab come finta.

1. Puoi tirare un Jab completamente steso, ma mirato al lato della testa del tuo avversario, ma in realtà senza cercare di colpirla.

2. il secondo è un jab a metà via, tirato in modo da non estendere completamente il gomito.

Se si nota un movimento dell’avversario ogni volta che si prova la finta, sai che il tuo avversario slitterà o a sinistra o a destra, e quando ciò accade tirerai velocemente il diretto nella direzione in cui lui muoverà la testa.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Alimentazione Pugilato, Nutrienti e Percentuali
02 Ottobre 2014

Alimentazione Pugilato, Nutrienti e Percentuali

Come gestire i nutrienti a cura del Campione A. Servidei

La gestione Alimentare nel Pugilato. Nel pugilato l'alimentazione riveste un ruolo fondamentale che mette a dura prova gli atleti che spesso sono portati ad altalenare tra le varie categorie, e solo con un attenta e rigorosa attenzione nell'eseguirla, si possono ottenere risultati vincenti o comunque sicuramente migliori

​Sparring Ruoli Offensivi e Difensivi nella Boxe
17 Ottobre 2015

​Sparring Ruoli Offensivi e Difensivi nella Boxe

Entriamo nell'ambito più specifico dello sparring offrendo i vari ruoli che bisogna allenare con questa tecnica.

Ultimi post pubblicati

Programma Alimentare per Bodybuilding: cosa mangiare e cosa evitare
16 Ottobre 2019

Programma Alimentare per Bodybuilding: cosa mangiare e cosa evitare

Per massimizzare i risultati ottenibili tramite l’allenamento in palestra, è necessario porre estrema attenzione sulla propria dieta, in quanto alimentarsi in maniera sbagliata può rallentare di molto il raggiungimento dei propri obiettivi relativi alla crescita muscolare e al miglioramento della propria composizione corporea.

Personal Trainer Sì o No?
27 Settembre 2019

Personal Trainer Sì o No?

I personal trainer sono atleti avanzati, magari anabolizzati? Questa è una credenza popolare anni 90 che in questo post sarà smentita. Affidarsi ad un personal trainer vuol dire scegliere di fare il giusto ingresso in una palestra; vuol dire approcciarsi correttamente al mondo dell’allenamento fitness.