(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Bodybuilding, Fitness o Funzionale? Quale Allenamento

data di redazione: 22 Settembre 2014 - data modifica: 01 Ottobre 2014
Bodybuilding, Fitness o Funzionale? Quale Allenamento

BODY BUILDING, FITNESS O FUNZIONALE?
La classica domanda “cosa pratichi fitness o body building?” si è nell’ultimo periodo evoluta in: cosa pratichi, fitness, body building o funzionale?

Domanda apparentemente plausibile in quanto osservando le diverse pratiche allenanti adottate nelle rispettive discipline sembrerebbe trattarsi di ambiti nettamente differenti.

 

Analizzando la questione in maniera analitica possiamo riscontrare che in effetti le cose non stano proprio così, infatti gli schemi motori adottati nelle rispettive discipline sono per la maggior parte riconducibili a pochi elementi di base eseguiti (a volte con alcune varianti) in modalità differenti.

Se vogliamo infatti considerare le catene muscolari principalmente implicate nella realizzazione dei movimenti vediamo che un ruolo di primaria importanza è rappresentato da:

 

  • Catena muscolare anteriore
  • Catena muscolare posteriore
  • Catene muscolari crociate
  • Catene muscolari dell’arto superiore (anteriore e posteriore)
  • Catena muscolare inspiratoria

 

Tali catene vengono interessate dal coinvolgimento dei muscoli che le compongono: la loro azione combinata contribuisce alla realizzazione dei diversi movimenti. Scomponendo ulteriormente i movimenti di base nelle loro componenti essenziali è possibile osservare come tutto possa essere ricondotto ad un armonica combinazione di:

 

  • Flessioni
  • Estensioni
  • Adduzioni
  • Abduzioni


Con il ,limitato intervento in qualche gesto atletico complesso di :

 

  • Extrarotazioni
  • Intrarotazioni


Fondamentalmente con queste limitate componenti è possibile scomporre ogni esercizio utilizzato nelle diverse tre discipline permettendo di comprendere come la reale differenza non sia tanto nella tipologia di movimento realizzato ma nella modalità di esecuzione intervenendo su parametri quali:

 

  • Carico
  • Volume
  • Rom
  • Velocità di esecuzione


Un esempio emblematico e immediato è rappresentato dallo Squat esercizio che in una delle sue tante varianti è presente praticamente in tutte le succitate discipline: infatti sia che lo si svolga a corpo libero in un contesto aerobico, o con l’ausilio di un sovraccarico importante in un contesto bodybuilding, oppure con l’ausilio di un sovraccarico utilizzato in maniera dinamica in un contesto funzionale quello che si sta realizzando è sempre una flessione seguita da un estensione della coscia rispetto al busto.

 

Tra l’altro analizzando il movimento in questa maniera è possibile riscontrare come sia comune anche a gesti atletici assimilabili al balzo utilizzati in diverse discipline sportive.

 

Quindi la conoscenza dei movimenti di base deve rappresentare un elemento comune per i praticanti di tutte le discipline in precedenza illustrate e per estensione per tutti quei soggetti che praticano discipline dove il gesto atletico possa essere assimilato a un movimento di base: il punto in comune deve essere rappresentato dalla comprensione dello schema motorio di base e dalla corretta esecuzione del gesto derivante che a prescindere dalla modalità di esecuzione dovrà essere realizzato correttamente nei suoi aspetti fondamentali.

 

Un approccio analitico di questo tipo potrà garantire la pratica corretta di qualsiasi disciplina, comprendendo che quello che accomuna l’esecuzione dei movimenti utilizzati nelle diverse discipline è molto più importante delle modalità di esecuzione che li distinguono.

Potrebbe interessarti anche

Football Americano Allenamento per Aumentare la Forza e la Velocità
23 Dicembre 2014

Football Americano Allenamento per Aumentare la Forza e la Velocità

Come si allenano gli atleti del football americano per diventare forti, potenti e veloci

Un tempo la maggior parte dei giocatori di football americano, per rafforzare il proprio fisico, seguivano un tipico protocollo di allenamento, studiato per i bodybuilder dove venivano allenati i singoli distretti muscolari, separatamente, una volta alla settimana con un volume molto alto. Purtroppo, mentre questo metodo funziona per i bodybuilder, che hanno come unico scopo l’incremento della massa muscolare, per i giocatori di football americano questo tipo di allenamento non serve, o perlomeno necessita di apposite modifiche più funzionali.

L'elasticità muscolare per lo sport
01 Ottobre 2014

L'elasticità muscolare per lo sport

Moltissimi sport richiedono per le sue prestazioni un'alta elasticità muscolare. Da non confondere con la flessibilità che è un'altra cosa...

Elastico non vuol dire flessibile, sono due cose un po' diverse; la flessibilità del muscolo, infatti si riferisce alla sua possibilità di essere allungato passivamente ed è quindi collegato alla capacità di mobilità delle articolazioni, mentre flessibile...

Ultimi post pubblicati

Grande Pettorale
15 Ottobre 2018

Grande Pettorale

Origine, inserzione ed Azione

Il grande pettorale unitamente al muscolo piccolo pettorale, al muscolo succlavio e al muscolo dentato anteriore, costituisce i muscoli toracoappendicolari (muscoli estrinseci del torace).

WHOODCHOPPER CON 1 MANUBRIO
15 Ottobre 2018

WHOODCHOPPER CON 1 MANUBRIO

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.