Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Ciclismo e Resistenza

data di redazione: 17 Gennaio 2015 - data modifica: 13 Dicembre 2017
Ciclismo e Resistenza

Come aumentare le prestazioni sulla bicicletta

Ciclismo e Resistenza

Non sempre allenarsi tanto significa ottenere tanto, come nel bodybuilding come per la corsa e come per il ciclismo, è la qualità dell'allenamento che conta, ed è utile sperimentare diversi tipi di preparazione e valutarne i benefici e i progressi.

Per quanto riguarda il ciclismo si possono ottenere ottimi risultati riguardo la resistenza con un allenamento specifico di breve durata, piuttosto che con ore e ore di allenamento, come hanno dimostrato alla Mc Master University di Hamilton, in Ontario, Canada.

 

Pochi minuti di allenamento alla settimana...

 

In pratica, con sei minuti di esercizio duro e puro per tre volte a settimana si possono ottenere risultati migliori che con un'ora al giorno di attività moderata.

 

Cambiamenti che si crede richiedano ore di impegno settimanale si possono ottenere con 4-7 tirate da 30 secondi ciascuna di cyclette intensa (250% del massimo consumo di ossigeno), con 4 minuti per recuperare tra una tirata e l'altra. Queste tirate vanno eseguite tre volte a settimana per due settimane, quindi il tempo totale trascorso sulla bici nelle due settimane è di quindici minuti.

 

Nell'esperimento che hanno eseguito, la capacità di resistenza per il gruppo degli "sprint" era quasi raddoppiato, da 26 a 51 minuti, e i loro muscoli delle gambe mostravano un significativo aumento, pari al 38% della nostra amata citrato sintasi (CS), uno degli enzimi che favoriscono la resistenza.

 

Il gruppo di controllo, che comunque svolgeva attività simili, non mostrava alcun cambiamento.

 

 

Sembrava, in un primo momento un colpo di fortuna, quindi l'esperimento fu replicato.

 

Questa volta furono esaminati i risultati con un criterio di valutazione ancora più severo:

 

Fu presa in considerazione una prova su strada sulla distanza di 30 km.

 

Il gruppo degli sprint seguì il protocollo delle tirate da 30 secondi, il gruppo di controllo si impegnò nella più tradizionale bicicletta a media intensità per 60-90 minuti al 60% del VO2 Max.

 

Entrambi i gruppi si allenarono per 3 volte la settimana e vennero valutati prima e dopo con una prova di ciclismo sulla distanza dei 30 km.

 

I miglioramenti furono quasi identici, così come i progressi della capacità di ossidazione dei muscoli. Provare per credere

 

Buon allenamento da ABC

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Allenamento Pesi per Migliorare nel Ciclismo: Leg Press
02 Ottobre 2014

Allenamento Pesi per Migliorare nel Ciclismo: Leg Press

Un ottimo esercizio per costruire la forza delle gambe è il leg press, soprattutto se un esecuzione più esigente (come lo squat) mette troppo carico sul vostro corpo. Ottimo esercizio per potenziare le gambe dei ciclisti che viene effettuato con carico piramidale. Questo allenamento è proposto per aumentare la forza e la rapidità nello sprint o volata in una gara di ciclismo.

Allenamento Pesi per Migliorare nel Ciclismo: Lo Squat
01 Ottobre 2014

Allenamento Pesi per Migliorare nel Ciclismo: Lo Squat

Lo squat con bilanciere. Lo squat è l'esercizio singolo migliore per lo sviluppo di potenti gambe, per come lavora l'intero gruppo muscolare delle gambe. Se fatto bene, migliorerete nel ciclismo e vedrete subito i risultati di una maggiore velocità, forza e sprint.

Ultimi post pubblicati

Shawn Rhoden Squalificato a Vita
23 Luglio 2019

Shawn Rhoden Squalificato a Vita

Il 2019 non ha portato fortuna a Shawn Rhoden, infatti il campione in carica,  non potrà più gareggiare sul palco del mr Olympia per il resto della sua vita. Dopo l’accusa di stupro, l'azienda che organizza l'evento del mr Olympia ha deciso di squalificare a vita il vincitore del mr Olympia 2018.

PRONATORE ROTONDO
18 Luglio 2019

PRONATORE ROTONDO

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo pronatore rotondo fa parte dei muscoli del primo strato della regione anteriore dell'avambraccio ove è anche il più laterale.