Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Giocare a Polo

data di redazione: 07 Dicembre 2014
Giocare a Polo

Pro e contro di questa disciplina sportiva

Giocare a Polo è costoso a livello economico, si sa. Ma è uno sport ritenuto così "sicuro" a livello di infortuni? Mettendo sulla bilancia benefici e costi, qual è il risultato?

 

Benefici del gioco del Polo

Si rivela utile per mantenere vigile il sistema nervoso, grazie all’abbinamento tra equitazione e gioco sportivo, ed esercitare il tono muscolare degli arti inferiori e della schiena.

Se il livello tecnico è elevato, questo sport ha effetti positivi sul tono muscolare generale, sulle capacità coordinative e, marginalmente, sul sistema cardiovascolare.

Come per l’equitazione, la gratificazione derivante dal rapporto con il cavallo supera i normali benefici procurati da qualsiasi altro sport.

 

 

Inconvenientidel gioco del Polo

La postura e i continui colpi sulla sella  possono procurare

  • dolori alla schiena (lombari e cervicali),
  • formicolii agli arti inferiori,
  • arrossamenti e indurimenti della pelle,
  • contratture muscolari,
  • infiammazioni delle inserzioni dei muscoli adduttori (interno della coscia)tibiali
  • oltre che della prostata.

 

Gli arti superiori, specie se sollecitati da un cavallo difficile o da un uso scorretto della stecca, possono essere soggetti a infiammazioni (gomiti e polsi).

Le contusioni dovute a impatti con la palla sono frequenti –meglio proteggere il viso con un casco munito di griglia protettiva- così come quelle derivanti dal contatto con le gambe degli avversari.

Data la complessità del gioco (alte velocità e brusche frenate) le cadute si verificano frequentemente e possono causare piccole fratture

  • al polso,
  • alla mano,
  • alla clavicola,
  • agli arti inferiori,
  • alla colonna vertebrale
  • oltre che commozioni cerebrali, con esiti invalidanti e talvolta letali!

Consumo energetico

Comporta un moderato dispendio energetico, 2-6 Kcal/h per ogni kg di peso corporeo, per un uomo di 75 kg = 75x2 = 150 (oppure x 6 = 450) Kcal.

 

Alimentazione

L’intensità dello sforzo suggerisce di alimentarsi con un pasto leggero ma completo (pochi grassi e giusto quantitativo di carboidrati) almeno 2 ore prima dell’inizio dell’attività.

Durante le competizioni prolungate –effettuate di solito nella stagione calda- si consiglia di bere a piccoli sorsi, ogni 15 minuti, acqua con sali minerali e di consumare uno snack tra una partita e l’altra, accompagnato da caffè. Per evitare un eccessivo affaticamento del cavallo e una minor destrezza del cavaliere, è opportuno moderare l’apporto calorico quotidiano.

 

Attrezzatura

Per praticare questo sport occorre

  1. Casco
  2. Stivali
  3. Stecche
  4. Ginocchiere
  5. Speroni
  6. E naturalmente il cavallo con sella, briglie, ecc…

 

Buon allenamento da ABC

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Scegli il tuo sport ideale con ABC
03 Maggio 2015

Scegli il tuo sport ideale con ABC

Il mondo dello sport è ricchissimo e variegato: come scegliere quindi tra le numerose discipline quella più adatta a noi? Questo sito vuole, tra le altre cose, anche essere un manuale propedeutico, un excursus agile ma completo, che consenta al navigante del web di capire quale sport è più idoneo sia alle sue caratteristiche fisiche, sia agli obiettivi che egli si pone.

Il Nuoto può Essere il Miglior Metodo di Recupero Attivo per Tutti gli Atleti
07 Maggio 2015

Il Nuoto può Essere il Miglior Metodo di Recupero Attivo per Tutti gli Atleti

Questo studio ha concluso che, nelle condizioni di prova utilizzate per questa serie di test di nuoto, il recupero attivo era il metodo più efficace ad eliminare il lattato nel sangue, seguito dal massaggio, e infine il recupero passivo, mentre tutto era efficace per far scendere i livelli di lattato nel sangue.

Ultimi post pubblicati

Colazione: Sì o No?
10 Agosto 2020

Colazione: Sì o No?

La colazione è sempre stata considerata dai nutrizionisti un dogma imprescindibile, dove coloro che iniziavano la giornata con solo un caffè erano, per anni, considerati dei blasfemi. Ultimamente il recente successo delle tecniche di digiuno intermittente hanno minato questa certezza.