(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Giocatore Di Hockey: Lavora Sulle Anche Con Questi 3 Esercizi Di Mobilità

data di redazione: 06 Marzo 2018 - data modifica: 07 Marzo 2018
Giocatore Di Hockey: Lavora Sulle Anche Con Questi 3 Esercizi Di Mobilità

Il gioco dell'hockey richiede molta flessibilità, soprattutto delle anche.

I fianchi stretti e poco mobili tormentano praticamente ogni giocatore di hockey di ogni livello.
Essere legati nella parte anteriore dei fianchi può portare a una serie di cattivi effetti collaterali, come diminuzione del abilità nel pattinare, aumento del rischio di tensioni all'inguine e, in alcuni casi, mal di schiena tutte le settimane non fa altro che accrescere il problema.
Però non pensare che la rigidità scomparirà magicamente da sola.
Dovrai fare alcuni lavori di mobilità, per affrontare realmente il problema.
Ho una bella notizia per te: il lavoro di mobilità non ha bisogno di molto tempo per essere efficace. Inserisci questi tre esercizi al riscaldamento del tuo hockey per diventare un giocatore più atletico sul ghiaccio ed evitare i problemi che derivano dal giocare nel dolore.
1. Affondi con il Valslide a tre direzioni

Con uno Valslide sotto il piede destro, fai scivolare il piede all'indietro per eseguire un affondo all’indietro, poi lo fai scorrere verso destra.
Infine, fai scorrere in diagonale dietro la gamba sinistra.
Esegui 6 ripetizioni totali prima di cambiare gamba.

2. Squat con rotazione interna/esterna

Esegui un normale squat.

Quando sei nella posizione accosciata spingi prima il ginocchio destro fuori(rotazione esterna), prima di portarlo dentro (rotazione interna).
Il tuo obiettivo è quello di toccare il pavimento con il ginocchio nella rotazione interna mantenendo il piede sinistro a terra.

Alzati e ripeti con la gamba sinistra per un totale di 5 ripetizioni per gamba.

Se non riesci a toccare il ginocchio a terra vuol dire che sei piuttosto legato.
Inizia a fare quest’esercizio ogni giorno e presto vedrai grandi miglioramenti.
Migliorare la rotazione interna dell'anca è particolarmente importante per i portieri di hockey che, a causa del notevole dispendio di tempo in butterfly position (posizione della farfalla) hanno bisogno di un grado maggiore di rotazione interna dell'anca rispetto ai difensori o agli attaccanti.

3. Squat Cosacco (squat laterale)

Partendo da una posizione ampia con le punte dei piedi aperte, scendi in uno squat laterale profondo.
Il tuo polpaccio dovrebbe toccare lo stesso tendine del ginocchio.

Se non riesci a farlo vuol dire che hai problemi di mobilità (e forza) che devono essere affrontati e risolti.

Tieni sempre un tallone a terra mentre giri le dita dell'altro piede verso l’alto.
Esegui 5 ripetizioni per lato.


La prossima volta, prima del tuo solito allenamento sul ghiaccio esegui questi tre esercizi a circuito per due o tre round per migliorare la mobilità e preparare i tuoi fianchi ad un gioco flessibile ed esplosivo.

LEGGI ANCHE:

HOCKEY SU PRATO

ALTRI ESERCIZI DI FLESSIBILITA' PER L'HOCKEY

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

La maratona
01 Ottobre 2014

La maratona

Curiosità storiche su una delle competizioni più antiche della storia dell'uomo

La maratona viene effettuata di solito l'ultimo giorno delle gare olimpiche di atletica; sapevi che la distanza non fu sempre la stessa e il perché? Sapevi che le prime gare furono comiche? Nell'articolo queste a altre curiosità sulla competizione tra le più vecchie della storia dell'uomo

Sportivi Vegani Famosi
16 Febbraio 2016

Sportivi Vegani Famosi

Dave Scott, che è considerato il più grande triatleta del mondo, sostiene che è assolutamente ridicolo pensare che chi fa sport deve necessariamente assumere proteine animali.

Ultimi post pubblicati

Brazilian Jiu Jitsu Kids
20 Gennaio 2019

Brazilian Jiu Jitsu Kids

Fa Davvero Bene Ai Bambini?

Il bjj è perfetto per i bambini e le bambine perché in giovane età gli effetti positivi sul corpo e sulla mente sono amplificati; in più al gioco si unisce un sistema di autodifesa non violento, immediato e completo. In poco tempo i bambini aumenteranno la loro forza negli arti e nel tronco, la schiena e le articolazioni si rinforzeranno e diventeranno più flessibili, aumenterà la loro coordinazione e sia l’apparato respiratorio che quello cardiocircolatorio ne trarranno beneficio.

Terminator 6 con Arnold Schwarzenegger
20 Gennaio 2019

Terminator 6 con Arnold Schwarzenegger

La nuova storia si collegherà direttamente a T2, aprendo a un interessante (e non di poco conto) interrogativo: come sarà risolto il "problema età" di Arnold? Quando Arnold Schwarzenegger ha girato Terminator 2 - Il Giorno del Giudizio aveva 44 anni. Oggi l'attore ne ha 71 anni già compiuti e, per quanto se li porti benissimo, il suo aspetto è (inevitabilmente) diverso da quello che aveva nel 1991. Ma a quanto pare, la cosa non preoccupa James Cameron.