(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

L'allenamento nel Braccio di Ferro

data di redazione: 27 Agosto 2014 - data modifica: 02 Ottobre 2014
L'allenamento nel Braccio di Ferro

L'approccio al braccio di ferro

L'allenamento nel Braccio di Ferro

Anche se i Campioni del Braccio di Ferro professionistico non sono conosciuti come quelli che gareggiano in altri sport più seguiti, l'allenamento che praticano, è molto simile ad alcuni di questi. Anche se un buon sviluppo del braccio e della parte superiore del corpo può fare un buon lottatore di braccio di ferro, la parte più complessa di questo sport non è sempre solo la forza.

 

Mani, polsi e avambracci

Le mani, i polsi e gli avambracci sono le aree principali da sviluppare necessarie per un lottatore di braccio di ferro. Bisogna avere una buona forza nelle dita, mani e nel polso per poter applicare le diverse tecniche utilizzate quando si tira in una gara. Gli esercizi di allenamento per la costruzione di queste aree, comprendono curl del polso con piastra, curl in piedi con bilanciere, curl polso presa inversa, curl a martello laterali e anteriori. Esercizi con pinze pesanti per la mano sono anche loro utili strumenti di allenamento.

Inizialmente, allenate le mani e polsi solo una volta ogni quattro giorni, al fine di evitare eventuali lesioni da uso eccessivo. Una volta addentrati nell'allenamento, farete anche quattro o cinque sessioni di allenamento a settimana per mani e polsi.

 

Altri gruppi muscolari

Oltre a mani, polsi e avambracci, i lottatori di braccio di ferro, devono concentrarsi anche su altri gruppi muscolari quali spalle, bicipiti, tricipiti, petto e addominali. Tutte queste aree muscolari entrano in gioco, soprattutto quando si cerca buttare giù l'avversario. Esercizi di allenamento con i pesi standard, come curl per i bicipiti e tricipiti, crunch per gli addominali, chin-up per le spalle e distensioni su panca per il torace sono utili nello sviluppo di questi gruppi muscolari.

 

Braccio di ferro Allenamento e Simulazione

Una regola che vale per molti sport, tra cui il braccio di ferro è "Il modo migliore per migliorare nel braccio di ferro è quello di praticare il braccio di ferro." Potete simulare il braccio di ferro utilizzando tubi, bande elastiche ecc. Gli esercizi comprendono bloccare il braccio ad un angolo di 90 gradi e creare una resistenza camminando all'indietro mantenendosi al tubo ancorato. Oppure girare lateralmente e spingere come se si stesse cercando di battere un avversario. Oppure tirare il tubo in diverse angolazioni. È inoltre possibile utilizzare una banda elastica leggera per praticare partenze esplosive.

 

Tecnica e Tattica

Come dicevamo, il Braccio di ferro non è solo una prova di forza bruta. La tecnica e la tattica sono di vitale importanza per chi intende gareggiare. Spesso queste tecniche, si assimilano con l'esperienza per lo più attraverso la competizione. Esistono molte tecniche e tattiche diverse per tirare e ottenere leva sull'avversario, come il top roll o gancio, il primo mantenendo la mano ad un pugno di lunghezza dalla spalla al fine di mantenere la massima resistenza, mentre il secondo, appena si parte, tentare subito di tirare la mano dell'avversario verso il proprio naso, cercando così di sorprenderlo e di ottenere una leva.

 

Attenzione

Vi è un rischio significativo di procurarsi lesioni al braccio durante una gara, soprattutto se si è nella parte iniziale della pratica di questo sport. Si consiglia di tenere sempre lo sguardo sulla mano quando si è impegnati nel braccio di ferro. Questa attenzione, diminuirà drasticamente le probabilità di lesioni al braccio, inoltre riuscirete meglio a concentrarvi su un angolo di attacco, tenendo gli occhi sulla vostra mano.

 

Segue scheda di allenamento ( a breve)

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Preparazione Atletica Baseball
21 Marzo 2015

Preparazione Atletica Baseball

Come mangiare e come allenarsi in questo sport

Il Baseball ti permette di scaricare le energie fisiche e mentali in una competizione divertente che comporta grande concentrazione e attenzione. La pratica di questa disciplina ti abitua anche al controllo emotivo in situazioni di tensione, valorizza l’intelligenza tattica e si rivela molto utile per sviluppare e mantenere la coordinazione generale e, in modo marginale, il tuo tono muscolare.

Olimpiadi la Dieta di Michael Phelps
02 Ottobre 2014

Olimpiadi la Dieta di Michael Phelps

raggiungere e superare il record di Spitz di 7 medaglie d'oro in una sola olimpiade, sembrava essere un traguardo irragiungibile nel nuoto odierno. Nell'edizione dei giochi olimpici di Beijing (pechino) 2008, invece, un “allora” 23enne Americano di Baltimora ci è riuscito . Costui è MICHEAL PHELPS ! 8 MEDAGLIE IN UN OLIMPIADE ! MOSTRUOSO! Per poter sostenere il ritmo massacrante degli all...

Ultimi post pubblicati

Grande Pettorale
15 Ottobre 2018

Grande Pettorale

Origine, inserzione ed Azione

Il grande pettorale unitamente al muscolo piccolo pettorale, al muscolo succlavio e al muscolo dentato anteriore, costituisce i muscoli toracoappendicolari (muscoli estrinseci del torace).

WHOODCHOPPER CON 1 MANUBRIO
15 Ottobre 2018

WHOODCHOPPER CON 1 MANUBRIO

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.