Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

La marcia

data di redazione: 13 Ottobre 2014 - data modifica: 03 Ottobre 2014
La marcia

Un altro modo di fare sport camminando

La marcia è in pratica una forma estrema del camminare, infatti rappresenta una camminata veloce senza mai arrivare a correre.

 

Come il camminare infatti, anche la marcia si esegue in modo che pur alternando gli appoggi degli arti inferiori, sia sempre mantenuto il contatto con il terreno.

 

A differenza della camminata normale, però, la marcia, che è una disciplina dell'atletica leggera, non è un movimento naturale e istintivo ma un gesto sportivo che richiede una tecnica particolare.

 

Marciando si migliorano le potenzialità fisiologiche di:

  1. apparato respiratorio
  2. apparato cardiocircolatorio
  3. apparato articolare
  4. sistema muscolare

 

Riguardo alle qualità motorie invece:

 

 

Per renderci conto dei benefici a livello dimagrante pensate che marciando per un'ora alla velocità di 6 km/h bruciamo 280/300 kcal.

LA TECNICA DELLA MARCIA

È un tipo di disciplina da imparare; il marciatore deve mantenere sempre il contatto con il terreno.

Ciò significa che il piede avanzato deve toccare terra prima che il piede arretrato si sollevi.

 

Un particolare importante, in quanto se non viene osservato l'atleta di questa disciplina verrà squalificato. Per una corretta esecuzione della marcia è importante che

  1. il capo sia alto
  2. il busto eretto
  3. le spalle rilassate e sciolte.

 

Inoltre è fondamentale la posizione delle braccia; come per il camminare l'azione delle braccia deve essere coordinata con un'oscillazione contraria all'arto inferiore, (gamba sinistra/braccio destro e viceversa).

A differenza del camminare però le braccia non devono essere distese ma flesse ai gomiti a circa 90°. 

 

Infine è utile sapere che questa disciplina necessita di un lavoro di stretching che riguarda maggiormente le seguenti fasce muscolari:

 

  1. quadricipite
  2. polpaccio
  3. gluteo e flessore della coscia
  4. adduttori e area laterale del tronco
  5. adduttori delle cosce e muscolatura posteriore delle stesse
  6. muscoli profondi della schiena e erettori
  7. muscoli dell'area inguinale
  8. muscolatura anteriore del bacino
  9. legamenti dell'articolazione della caviglia
  10. aduttori interni della coscia
  11. muscoli della zona lombare
  12. flessori della coscia
  13. muscolatura esterna dell'anca

 

Buona allenamento da ABC

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

I bambini e lo sport: come scegliere quello adatto in base all'età
01 Ottobre 2014

I bambini e lo sport: come scegliere quello adatto in base all'età

È appurato che lo sport fa bene iniziarlo fin da piccoli: però con cosa iniziamo per i nostri figli? Una guida utile alla scelta in base all'età

Quale sport puoi far fare a tuo figlio? A quale età? Soprattutto: cosa scelgo per lui per avere i maggiori benefici?

Il Nuoto può Essere il Miglior Metodo di Recupero Attivo per Tutti gli Atleti
07 Maggio 2015

Il Nuoto può Essere il Miglior Metodo di Recupero Attivo per Tutti gli Atleti

Questo studio ha concluso che, nelle condizioni di prova utilizzate per questa serie di test di nuoto, il recupero attivo era il metodo più efficace ad eliminare il lattato nel sangue, seguito dal massaggio, e infine il recupero passivo, mentre tutto era efficace per far scendere i livelli di lattato nel sangue.

Ultimi post pubblicati

La Guida Definitiva Per Scolpire i Tuoi Addominali
03 Giugno 2020

La Guida Definitiva Per Scolpire i Tuoi Addominali

Guida definitiva e risolutiva che vi darà una grossa mano per scolpire i vostri addominali. Nella guida avrete utili consigli su cosa mangiare, su quali esercizi scegliere ed effettuare, su quali integratori assumere, su come fare la doccia e altri piccoli suggerimenti utili.

Allenamento e Dieta Attuali di Mike Tyson
03 Giugno 2020

Allenamento e Dieta Attuali di Mike Tyson

A 53 anni suonati l'ex campione dei pesi massimi vuole rientrare a combattere (anche se solo per beneficenza): alla riscoperta di un eroe maledetto che non ha mai smesso di cercare sè stesso. Il grande ritorno pare sarà solo per beneficenza e solamente per una manciata di round. Anche l’avversario sembra ormai deciso: Evander Holyfield, il nemico di sempre.