(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

La Velocità e Tempo Di Reazione

data di redazione: 08 Gennaio 2018
La Velocità e Tempo Di Reazione

Quali sono i tipi di velocità e come allenarli

La velocità è la qualità che ti permette di realizzare un qualsiasi movimento nel minor tempo possibile.
Generalmente si distinguono tre forme di velocità:

  • velocità di reazione
  • velocità di esecuzione
  • velocità di traslocazione

Tempo di Reazione
La velocità di reazione o tempo di reazione viene anche chiamata “prontezza di riflessi” e indica il tempo che passa dal momento in cui viene dato un segnale al momento in cui inizia il movimento di risposta.
Il tempo di reazione viene detto “tempo di reazione semplice” quando ad un unico segnale corrisponde un'unica azione prestabilita (sparo dello starter e partenza dai blocchi di partenza), “tempo di reazione discriminante o complesso” quando i segnali possono essere diversi e la risposta deve essere scelta fra tante possibili (il portiere deve decidere il tipo di parata in funzione del tiro effettuato dall'attaccante, il pugile deve decidere l’azione da fare in relazione al suo avversario).

LEGGI ANCHE: 5 STRUMENTI PER INCREMENTARE LA RESISTENZA ALLA VELOCITA'

Poiché questo dipende dalla velocità di conduzione degli stimoli da parte del sistema nervoso, la velocità di reazione è scarsamente migliorabile con l'allenamento.


I tempi di reazione semplici chiaramente sono più brevi di quelli discriminanti; infatti i primi sono dell'ordine di 10-25 centesimi di secondo, mentre i secondi sono di 20-40 centesimi di secondo.


La velocità di esecuzione invece indica il tempo necessario per effettuare un singolo movimento: una schiacciata, un servizio di tennis, un calcio al pallone, un diretto all’avversario.


Questa velocità dipende dalla struttura del muscolo e anch'essa è scarsamente allenabile.
La velocità di contrazione di un muscolo dipende dalla quantità di fibre bianche che lo compongono e che sono già determinate alla nascita: ecco perché si dice che velocisti si nasce.

LEGGI ANCHE: 7 ESERCIZI PER ESERCITARE LA VELOCITA' NEI COLPI NELLE MMA

Tuttavia la composizione delle fibre può essere in parte variata con l’allenamento.
La velocità di traslocazione invece indica il tempo necessario per coprire una  breve distanza.
La velocità di corsa è l'espressione più conosciuta ed apprezzata; raccoglie infatti in sé tutte le forme di velocità:

  • velocità di reazione (necessaria per partire immediatamente dopo il segnale)
  • velocità di esecuzione (necessaria per realizzare contrazioni potenti e veloci in grado di determinare un'alta frequenza di passi);
  • velocità di coordinazione (indispensabile per mantenere una perfetta esecuzione del movimento ad alta frequenza).

La velocità di traslocazione, proprio perché è la più complessa, è la più allenabile.
Si può agire infatti sulla perfezione esecutiva del gesto e sul potenziamento dei muscoli; oltre naturalmente ai lievi miglioramenti a carico del tempo di reazione e della velocità di esecuzione del passo.

LEGGI ANCHE: MIGLIORARE LA VELOCITA' CON LE RIPETUTE

Questi i consigli per il tuo allenamento:

  • - riscaldati molto bene prima di impegnarti in attività che richiedono massima velocità di esecuzione;
  • - preoccupati di automatizzare bene il movimento prima di ricercare la massima frequenza  possibile:
  • - aumenta la forza dei muscoli che realizzano il movimento;
  • - esercitati a partire velocemente ai segnali di partenza;
  • - cerca il giusto rapporto tra la frequenza e l'ampiezza dei movimenti. Se la frequenza dei passi nella corsa è troppo alta e va a scapito della lunghezza, corri il rischio di “girare a vuoto” e di avanzare poco.

Esercizi per migliorare la velocità
Riteniamo di non doverti descrivere esercizi particolari, che risulterebbero sicuramente incompleti, perché l'applicazione della velocità interessa tutti i gesti tipici dei vari sport.


Ti indichiamo invece alcune metodiche che potrai applicare ai fondamentali del tuo sport e agli esercizi descritti per le altre qualità motorie, in particolare a quelli della forza. Negli esercizi descritti mettiamo un esempio con il calcio e con la boxe.
1. Con uno o più compagni organizza gare per verificare chi arriva prima al traguardo. Nella boxe puoi fare una gara a chi tira il maggior numero di diretti in un determinato lasso di tempo.
2.  Con uno o più compagni verifica con cronometro alla mano chi impiega meno tempo per coprire una distanza breve ma stabilita a priori. Crea un piccolo percorso dove dovrai effettuare un drill ad ogni stazione, e dovrai farlo nel minor tempo possibile.
3) Con uno o più compagni verifica chi esegue il maggior numero di ripetizioni di un esercizio in un tempo breve e prestabilito. Questo può essere trasposto a numerosi sport compreso il crossfit.
4. Organizza gare ad inseguimento in linea e su un circuito.
5. Esegui partenze da posizioni diverse imparando a reagire velocemente al segnale di via. Un avversario che tira il pallone in porta, usando partenze svantaggiose.

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Cinture da Sollevamento Pesi: Utilizzarla? Pro e contro
28 Ottobre 2014

Cinture da Sollevamento Pesi: Utilizzarla? Pro e contro

Usate nel bodybuilding, powerlifting e sollevamento pesi in genere

Ad esempio, i powerlifter fanno un uso ossessivo di cinture specializzate da sollevamento pesi, mentre chi fa CrossFit è orgoglioso di non usarle. I Bodybuilder sono frazionati, tra alcuni che credono che sia essenziale indossare una cintura, sia per motivi di sicurezza che di prestazioni e, altri, che pensano invece che possa aumentare il rischio di lesioni nel tempo. 

La flessibilità
13 Marzo 2015

La flessibilità

Come raggiungerla e come mantenerla conoscendo i fattori che la influenzano

Un buon livello di flessibilità è importante per ogni tipo di sport; a volte è una questione genetica, a volte conta il sesso, l’etnia e le abitudini di vita. Per stare bene e praticare senza infortuni il proprio sport è importante conoscere alcune cose importanti.

Ultimi post pubblicati

Più Massa Muscolare Con Lo Squat
13 Ottobre 2018

Più Massa Muscolare Con Lo Squat

Raffaele Sorrentino - BodyBuilder e Personal Trainer, Ci Spiega L'Importanza Dello Squat Per L'Incremento Della Massa Muscolare

Lo squat con bilanciere è un esercizio globale che stimola tutti i muscoli di cosce e gambe: quadricipiti, ischio crurali, glutei e persino i polpacci. Inoltre rafforza i fianchi, la parte inferiore della schiena e anche i trapezi dove viene collocato il bilanciere durante l'esecuzione dell'esercizio.

SIDE BEND ALTERNATO CON 2 MANUBRI
12 Ottobre 2018

SIDE BEND ALTERNATO CON 2 MANUBRI

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.