(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Come Migliorare la Propria Resistenza nei Brevi Tratti

data di redazione: 12 Giugno 2015
Come Migliorare la Propria Resistenza nei Brevi Tratti

Come Conoscere il Proprio Stato di Forma e Poi Migliorarlo con i Test dei Tempi Parziali

Se volete misurare la vostra resistenza nei brevi tratti e vedere i vostri progressi questo è un metodo valido e pratico.

  • Questo test va realizzato avendo a disposizione uno spazio lineare di 20 metri e 4 cronometri.
  • È un test completo che ti permetterà di verificare effettivamente la tua capacità di resistere ad uno sforzo continuato, mostrandoti in che modo la tua prestazione tende a diminuire nel tempo.
  • Il problema che spesso si presenta, infatti, è quello del calo fisico durante la competizione, fattore che pregiudica e determina il più delle volte il risultato finale della gara.
  • Con questo test, potrete quindi vedere il vostro livello di preparazione e stabilire quanto siete realmente preparati, ed eventualmente tentare di migliorarlo.

 

TEST DI RESISTENZA

 

  1. partite da un punto prestabilito;
  2. Correte il più velocemente possibile facendo un percorso accuratamente misurato di 40 metri, andata e ritorno per 4 volte (totale di 160 metri);
  3. Ogni volta che arrivate alla fine del percorso (ogni 40 metri) misurate il tempo con il cronometro.

In questo modo avrete la misurazione del:

  • primo tempo ai 40 metri (tempo A)
  • del secondo a 80 (tempo B)
  • il terzo a 120 (tempo C)
  • ed il quarto cronometro avrà il tempo totale a 160 metri (tempo D).

 

RIFLETTI SULLA TUA PRESTAZIONE


Ora, se tu avessi fatto tutte le quattro frazioni alla velocità della prima frazione avresti ottenuto un tempo che sarebbe in pratica il tempo A x 4, anzichè il reale tempo D (il tempo totale della prestazione).

 

Quindi, teoricamente il tuo margine di miglioramento è: Valore D - Valore A x 4= ?

 

Se avete deciso di allenarvi per migliorare le vostre prestazioni potete quindi ripetere il test dopo una settimana e confrontare i risultati del test e vedere il vostro miglioramento.

 

Ti protrebbe interessare : Come aumentare la Velocità

Buon ABC allenamento 

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

4 Migliori Esercizi per diventare più veloci nella corsa di resistenza
02 Ottobre 2014

4 Migliori Esercizi per diventare più veloci nella corsa di resistenza

Allenamenti da inserire al proprio programma per migliorare la velocità

State cercando di migliorare il vostro tempo per una gara di 5 Km? O state cercando di prepararvi per la mezza maratona ? Qualunque sia il vostro obiettivo di corsa, è possibile migliorare inserendo all'interno del vostro programma questi semplici allenamenti per aumentare la velocità nella corsa.

Allenamento Maratona Livello Intermedio
01 Ottobre 2014

Allenamento Maratona Livello Intermedio

Come migliorare il tempo di percorrenza

Questo programma di allenamento prevede che si debba già essere in grado di correre una maratona (42 Km). Quindi ora volete puntare verso l'obiettivo successivo: Migliorare il tempo di percorrenza. Per utilizzare questo programma di allenamento di 18 settimane 

Ultimi post pubblicati

Paella Proteica con Pollo, Gamberetti e Chorizo
25 Settembre 2018

Paella Proteica con Pollo, Gamberetti e Chorizo

Condividiamo una delle nostre ricette preferite con voi - quindi abbiamo scelto la nostra paella di pollo, gamberetti e chorizo! Se state cercando un pasto veloce, facile, ricco di proteine da mangiare, ecco quello giusto!
Preparazione: 30 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 4
I 7 Migliori Allenamenti Per Quadricipiti, Glutei e Bicipiti Femorali
25 Settembre 2018

I 7 Migliori Allenamenti Per Quadricipiti, Glutei e Bicipiti Femorali

Giorno delle gambe, la stessa frase evoca immagini di nausea, giorni di zoppicamento e gambe che sembrano costituite da gelatina. La maggior parte degli allenamenti si basa sul re degli esercizi per le gambe e non solo: SQUAT. In effetti è un esercizio unico ed insostituibile per far crescere i muscoli delle vostre cosce e glutei. Però non bisogna fossilizzarvi esclusivamente sul classico squat con bilanciere.