(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Ecco Perché Vincerà Justin Gatlin contro Usain Bolt

data di redazione: 26 Agosto 2015
Ecco Perché Vincerà Justin Gatlin contro Usain Bolt

Le dichiarazioni Pre Contest di Dennis Mitchell e Maurice Greene

Dennis Mitchell è l’allenatore di Justin Gatlin, sfidante numero uno di Usain Bolt, per la conquista al titolo di Campione del Mondo dei 100 e 200 metri di Atletica di Pechino 2015. L’allenatore è convinto che il suo atleta sconfiggerà il marziano giamaicano, spiegandone le motivazioni.

1) PERDITA DI PESO

Mitchell:” Justin Gatlin è dimagrito di ben 15 kg, in quanto per andare veloce non è necessario avere una massa muscolare possente e pesante oltre il necessario, il trucco è nell’ottimizzazione del rapporto peso/potenza. Provate a correre con 2 manubri da 8 kg circa per braccio e provate senza e vedrete la differenza”. " Prima il mio atleta era troppo pesante, ora è più leggero ma con la medesima potenza!"

2) MIGLIORAMENTO DELLA TECNICA DI CORSA

Continua Mitchell :” Abbiamo cambiato anche qualcosa a livello tecnico di corsa, nei 4 anni di stop forzato per la squalifica per doping, abbiamo potuto lavorare meglio sul gesto tecnico. Nella circostanza abbiamo migliorato l’azione aerea della corsa dove ora la progressione è più radente al suolo rispetto a prima.”

3) PSICOLOGIA DELLA GARA

Sul lato psicologico :” Abbiamo modificato l’atteggiamento in gara, prima justin pensava troppo agli avversari, al tempo che doveva battere, alle medaglie che doveva assolutamente vincere. Ora invece è più sereno e la concentrazione è convogliata al 100% all’esecuzione tecnica del gesto: deve correre i 100 metri nel modo migliore possibile e lui sa che se c’è la tecnica poi arriva anche il tempo ed il risultato”

Quindi batterà Bolt?

Mitchell “ Justin Gatlin ha già battuto Usain Bolt nel 2013 a Roma, si può ripetere e non perché Bolt è in declino ma perché Gatlin è in forma più che mai!”

LE DICHIARAZIONI DI MAURICE GREENE

A tal proposito a qualcosa da dire anche Maurice Greene, l’ex campione mondiale e olimpico dei 100 e 200 metri: “ Può anche accadere che Gatlin non si dimostri quello che è stato nelle ultime 2 stagioni e si faccia cuocere dalla tensione. Avendolo visto nelle ultime uscite credo che se correrà al 100% delle sue possibilità darà del filo da torcere ad Usain Bolt. Deve accumulare un buon vantaggio nei primi 50 metri in modo tale che Bolt non lo possa riprendere!”

DOMENICA 23 AGOSTO 2015 ORE 15:15 : GATLIN VS BOLT

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Allenamento Corsa: Ripetute in Collina per aumentare la Forza
01 Ottobre 2014

Allenamento Corsa: Ripetute in Collina per aumentare la Forza

Come aumentare le prestazioni nella corsa

Come eseguire le Ripetizioni in Collina. Le ripetizioni in collina sono un ottimo modo, per i corridori, per costruire la forza, migliorare la velocità, e costruire la forza mentale e la fiducia in una gara di corsa in collina.

Allenamento Corsa 5 Km Programma per Atleti Intermedi
01 Ottobre 2014

Allenamento Corsa 5 Km Programma per Atleti Intermedi

Scheda di allenamento per migliorare nella corsa

Programma di allenamento per correre più veloce una 5 Km per atleti di livello intermedioQuindi si presuppone che avete già eseguito almeno una corsa su strada di 5Km e ora volete pasare ad una prestazione superiore, quello di passare al livello intermedio

Ultimi post pubblicati

Bodybuilding: Come Nutrirsi Correttamente
22 Aprile 2019

Bodybuilding: Come Nutrirsi Correttamente

Il bodybuilding si distingue dal powerlifting e dal sollevamento olimpico in quanto il giudizio è sul fisico del concorrente, la forza, le performance non interessano i giudici o le vostre ammiratrici. Pertanto, i bodybuilder aspirano a sviluppare e mantenere un fisico ben bilanciato, armonico, magro e muscoloso.

Mandorle ed i suoi Derivati Per Il Nostro Benessere
22 Aprile 2019

Mandorle ed i suoi Derivati Per Il Nostro Benessere

Le mandorle contengono grassi monoinsaturi e alcuni grassi polinsaturi e quindi aiutano ad abbassare la lipoproteina a bassa densità (LDL) o il colesterolo cattivo, mantenendo al contempo lipoproteine ​​ad alta densità o livelli di colesterolo buoni.