ABC Allenamento
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Podismo: Correre con il Caldo ed Evitare i Crampi Muscolari

data di redazione: 27 Luglio 2015
Podismo: Correre con il Caldo ed Evitare i Crampi Muscolari

Prepararsi per una gara di podistica senza il rischio di contrazioni muscolari

Quante volte vi sarà capitato di andare a correre e all'improvviso vi trafigge una dolorosa contrazione (crampo) bloccandovi di fatto, oppure succede che il progressivo irrigidimento di un muscolo vi rallenta e a poco a poco vi ferma, specialmente quando si corre nelle giornate di forte caldo.

Questo succede quando un muscolo si contrae autonomamente senza un input da parte vostra.

Ci sono diversi tipi di crampi e le cause possono essere diverse, come la classica fitta al fianco che bene o male tutti abbiamo provato quando un po fuori allenamento siamo partiti per una corsa improvvisata con l'intento di diventare dei super sportivi da un giorno all'altro.

 

Spesso queste fitte sono causate da una respirazione veloce, corta ed irregolare e di solito vengono alleviate con una regolare e profonda respirazione.

 

Anche una carenza di magnesio, sodio e potassio possono provocare dei crampi muscolari, che potremmo facilmente prevenire con un'alimentazione e una idratazione adeguata e anche un integrazione appropriata, spesso questa carenza è dovuta ad una maggiore perdita di elettroliti quando si corre nelle giornate con temperature molto calde.

 

Il terzo caso è invece quello di un dolore improvviso e acuto, sintomo di un danno muscolare, e in questo caso il consiglio è quello di smettere immediatamente l'attività che si sta svolgendo e analizzare il problema a fondo per porvi rimedio.

 

Non dovete pretendere da voi stessi troppo senza il minimo sforzo, in questo caso sbagliate in partenza!

 

Prima vi dovete allenare costantemente, abituare il vostro fisico all'attività fisica, lavorando gradualmente per raggiungere l'andatura che vi siete prefissati, prima di cimentarvi in qualche tipo di gara impegnativa e anche essere abituati a correre in condizioni di caldo.

 

Altra cosa importante, a cui abbiamo dedicato diversi articoli, è il riscaldamento e il defaticamento prima dell'attività fisica.

 

Soprattutto prima di una gara impegnativa, è essenziale oltre al riscaldamento anche una seduta di stretching, seguiti al termine, sempreda esercizi di allungamento e un adeguato defaticamento.
Non sarebbe male anche un bel massaggio sportivo.

 

MA TORNIAMO ALL'ALIMENTAZIONE...
Ricordatevi di non mangiare mai troppo prima di dover affrontare una competizione sportiva.
Se vi siete abbuffati, il sangue verrebbe richiamato dall'apparato digerente, allontanandosi di conseguenza dai muscoli proprio nel momento di estremo bisogno, cioè durante la gara, causandovi dolorosi crampi allo stomaco.
Cercate in proposito di fare un pasto leggero rispettando la "regola delle tre ore", cioè non impegnate il vostro apparato digerente tre ore prima della gara.
Se proprio sentite l'esigenza di buttare giù qualcosa poco prima della partenza, assumete qualcosa di leggerissimo oppure una barretta energizzante.

 

LA DISIDRATAZIONE
È essenziale mantenere il giusto equilibrio tra elettroliti (sodio, potassio e magnesio) e acqua per garantire il funzionamento di cellule e organi.
Una di queste funzioni è la regolazione della quantità di acqua presente nel corpo.
I crampi muscolari infatti possono essere causati da una eccessiva concentrazione di elettroliti nei muscoli, e questo accade quando non si beve abbastanza acqua.
È buona regola quindi mettersi all'ombra e reintegrare i liquidi nel caso avvertiate i primi sintomi di una disidratazione.

 

ANCHE IL BERE TROPPO FA MALE
Di contro, anche bere troppo non va bene!
Se bevete troppa acqua rischierete di inondare cellule e organi, sbilanciando l'equilibrio elettrolitico nell'altro senso, e i sali contenuti nel corpo si diluiranno fino a diventare insufficienti.
Durante i vostri allenamenti cercate di trovare il vostro giusto equilibrio, è un fattore individuale che cambia di soggetto in soggetto.
Se sapete con certezza come si comporta il vostro organismo e imparate a conoscere il vostro corpo, il giorno della gara non avrete sorprese!



Potrebbe interessarti anche

4 Migliori Esercizi per diventare più veloci nella corsa di resistenza
02 Ottobre 2014

4 Migliori Esercizi per diventare più veloci nella corsa di resistenza

Allenamenti da inserire al proprio programma per migliorare la velocità

State cercando di migliorare il vostro tempo per una gara di 5 Km? O state cercando di prepararvi per la mezza maratona ? Qualunque sia il vostro obiettivo di corsa, è possibile migliorare inserendo all'interno del vostro programma questi semplici allenamenti per aumentare la velocità nella corsa.

Allenamento Corsa 5 Km Programma per Principianti o Esordienti
02 Ottobre 2014

Allenamento Corsa 5 Km Programma per Principianti o Esordienti

Scheda di Allenamento per preparare una maratona o per migliorare le proprie prestazioni

Come migliorare nella corsa e preparare una gara di 5 Km in poco tempo. Questo allenamento può servire a migliorare le vostre condizioni atletiche anche se il vostro obiettivo non è quello di partecipare ad una competizione, ma volete semplicemente aumentare le vostre condizioni atletiche.

Ultimi post pubblicati

Scheda Di Allenamento Push Pull Leg Da Casa
18 Gennaio 2021

Scheda Di Allenamento Push Pull Leg Da Casa

Aumenta la massa muscolare a casa con questo programma

La premessa di un set gigante è che eseguirai quattro o più esercizi uno dopo l'altro, con un riposo minimo tra ciascuno. I giant sets o serie giganti non sono da confondere con i circuiti. I circuiti servono per migliorare la condizione atletica dell'atleta, le serie giganti servono invece per aumentare la massa muscolare e migliorare la composizione corporea.

Il Segreto Del BodyBuilding Anche Natural
16 Gennaio 2021

Il Segreto Del BodyBuilding Anche Natural

Vuoi Aumentare La Massa Muscolare e Costruire il Fisico Dei Tuoi Sogni?

Quando il muscolo viene chiamato ad un impegno super, sarà ovviamente richiesto un maggiore apporto di ossigeno e nutrienti per continuare a sostenere le contrazioni. Ed ecco il caro "pump".