Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Justin Gatlin

data di redazione: 20 Luglio 2015 - data modifica: 30 Aprile 2019
Justin Gatlin

Justin Gatlin è nato il 10 Febbraio 1982 a New York, ma è cresciuto a Pensacola, Florida. Sin da ragazzino dimostra qualità eccelse nella velocità e all'età di 18 anni, nel 2000, strappa il prima contratto pubblicitario con la Nike. 

Nel 2006, ha stabilito il record mondiale nei 100 metri piani, ma è risultato positivo per una sostanza vietata solo pochi mesi più tardi. 

Dopo una sospensione di quattro anni, è tornato in pista a livello internazionale giusto in tempo per competere nel 2012 ai Giochi Olimpici di Londra. 

Dopo aver conquistato numerosi titoli a livello giovanile, nel 2001, è risultato positivo per uso di anfetamine ed è stato interdetto a partecipare a gare internazionali per 2 anni. 

Ha fatto appello sulla base del fatto che il test ha trovato un farmaco, che era stato assunto da Gatlin fin da bambino, per il trattamento del disturbo da deficit di attenzione. 

Nel 2002 questo divieto fu tolto dalla IAAF. 

Ai Giochi olimpici del 2004 ad Atene, in Grecia, Gatlin ha vinto la medaglia d'oro nella gara clou dei 100 metri piani, battendo Francis Obikwelu del Portogallo ed il campione in carica Maurice Greene. Il tempo di 9.85 è stato il terzo tempo più veloce nella storia delle finali delle Olimpiadi. 

Ha poi conquistato anche una medaglia d'argento nella staffetta 4x100 ed una medaglia di bronzo nella gara dei 200 metri. Gatlin ha poi conquistato anche la medaglia d'oro nei Campionati del Mondo di Helsinki 2005, in Finlandia, con un tempo di 9.88. 

L'anno successuvo, precisamente il 12 maggio 2006, Justin Gatlin ha stabilito il record mondiale di 9,77 secondi nei 100 metri. 

Nel luglio 2006, Gatlin è stato sospeso per essere risultato positivo al testosterone. Ha sempre negato di aver utilizzato qualsiasi tipo di sostanze dopanti. La prima squalifica é stata di 8 anni, poi ridotta a 4 anni. 

Nell'agosto 2010, Gatlin ha fatto il suo ritorno alle gare di atletica leggera partecipando ad un tour in Estonia e Finlandia, vincendo le gare dei 100 metri.  

Nel giugno 2012, all'età di 30 anni suonati, Gatlin si è qualificato per le Olimpiadi del 2012, con una vittoria sui 100 metri ai Trials olimpici statunitensi. Corse la prova dei 100 metri in 9,80 secondi, battendo il suo sfidante americano, Tyson Gay. 

La rivalità con Usain Bolt è anche un gioco pubblicitario tra i Brand Sponsor dei 2 campioni.

A Londra 2017 Gatlin batte Usain Bolt con 9.94.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Marco Van Basten
29 Aprile 2019

Marco Van Basten

Marco Van Basten è sicuramente uno dei giocatori di calcio, di ruolo attaccante, migliori di tutti i tempi, vincendo per ben tre volte il pallone d'oro, purtroppo un grave infortunio alla caviglia ha interrotto la sua strepitosa carriera rendendola però epica.

Sergio Oliva
29 Aprile 2019

Sergio Oliva

Sergio Oliva evoca nelle menti, degli appassionati di bodybuilding, immagini di ineguagliabile supremazia fisica. Sergio Oliva, tre volte Mr. Olympia, è morto il 12 Novembre 2012, all'età di 71 anni, anche se le sue gesta fisiche lo hanno messo di diritto nella lista dei campioni diventati immortali dopo la loro morte.

Ultimi post pubblicati

Fullbody in Giant Sets
03 Luglio 2020

Fullbody in Giant Sets

Come Allenare Tutto il Corpo in Solo 30 Minuti per una Definizione da Urlo

Le routine in fullbody sono dure, durissime ma hanno dimostrato di bruciare più grasso corporeo rispetto alle routine dove il corpo é diviso in varie parti. Questi allenamenti in set giganti per tutto il corpo, possono essere eseguiti in qualsiasi luogo, a seconda degli attrezzi a disposizione, con una frequenza settimanale minima di 3 giorni sino ad un massimo di 5 giorni a settimana.

Esericizi per la Parte Alta del Corpo - Upper Body
25 Giugno 2020

Esericizi per la Parte Alta del Corpo - Upper Body

Dopo l’esperienza di questa quarantena, stiamo riscoprendo gradualmente la bellezza e l’efficacia degli allenamenti a corpo libero. Nel precedente articolo ho introdotto quelli che secondo me sono degli ottimi esercizi a corpo libero per la metà inferiore del corpo (lower body), adesso mi occuperò della parte alta del corpo (upper body).