Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Marco Van Basten

data di redazione: 01 Novembre 2014 - data modifica: 29 Aprile 2019
Marco Van Basten

Marco Van Basten è sicuramente uno dei giocatori di calcio, di ruolo attaccante, migliori di tutti i tempi, vincendo per ben tre volte il pallone d'oro, purtroppo un grave infortunio alla caviglia ha interrotto la sua strepitosa carriera rendendola però epica. 

Una sua famosa citazione: "Io sono una persona che odia fare le cose banali perché sono tagliato per fare le cose al top. "

Nato il 31 ottobre 1964 a Utrecht, Paesi Bassi, Marco van Basten è diventato uno dei giocatori più talentuosi del calcio europeo. 

Ha vinto il campionato olandese per quattro stagioni consecutive con l'Ajax, per poi giungere in Italia vincendo tutto quello che c'era da vincere .

Figlio di un ex calciatore semi-professionista, è entrato a far parte della squadra giovanile locale della propria città all'età di 6. 

Van Basten ha poi trascorso quasi un decennio con il club giovanile denominato UVV Utrecht, per breve tempo ha giocato per USV Elinkwijk prima di firmare con il club professionistico olandese numero 1 l'Ajax nel 1981 all'età di 17 anni. 

LA CARRIERA DI MARCO VAN BASTEN 

Marco Van Basten ha fatto il suo debutto con l'Ajax nell'aprile del 1982 sostituendo la leggenda del calcio olandese Johan Cruyff

Che sia stato un segno del destino?

Anche se faceva parte della rosa, iniziò ad essere titolare solo quando Wim Kieft partì per l'Italia nel 1983, destinazione Pisa. Van Basten ha vinto il campionato olandese dal 1984 al 1987. 

Ha concluso la sua carriera con l'Ajax in modo trionfale segnado il gol della vittoria nella finale della Coppa delle Coppe del 1987.

Van Basten è stato poi acquistato dall'AC Milan nell'estate del 1987, aiutando il club rossonero a vincere il campionato di Serie A nonostante abbia disputato solo 11 partite di campionato per un infortunio alla caviglia. Celebre e storico fu però il gol siglato a Napoli che ha sancito la vittoria del campionato.

Ma l'apoteosi arrivò nell'estate del 1988 quando vinse con L'Olanda il Campionato Europeo.

L'attaccante era inarrestabile infatti segnò in quel torneo ben cinque gol, tra cui il gol decisivo contro la Germania Ovest in semifinale ed un gol spettacolare da capogiro, da un angolo impossibile, contro  l'Unione Sovietica in finale. Quel gol è entrato nella storia.

Con i connazionali Frank Rijkaard e Ruud Gullit, Van Basten ha segnato la Storia del Calcio per il Milan. E 'stato nominato Pallone d'Oro nel 1989 e nel 1990. Nel novembre 1992, è diventato il primo giocatore a segnare quattro gol in una partita di Coppa dei Campioni. 

Poco dopo, è diventato il terzo giocatore a vincere tre Palloni d'Oro. A breve la sua carriera purtroppo sarebbe terminata.

Rallentato da un altro infortunio alla caviglia, Van Basten accelerò il recupero per partecipare alla finale di Coppa Campioni del 1993, ma è stato colpito da un ennesimo fallo brutale. L'attaccante trascorse i successivi due anni in diverse cliniche per essere sottoposto a più operazioni.

Marco Van Basten non recuperò dall'infortunio e nell'agosto del 1995, all'età di 30 anni, annunciò il suo ritiro.  

LA CARRIERA DA ALLENATORE

Van Basten è entrato a far parte dell'Ajax in veste di assistente allenatore nel 2003, diventando poi allenatore della nazionale olandese nell'estate successiva. Il suo mandato è iniziato bene, infatti l'Olanda è stata imbattuta durante le qualificazioni per i Mondiali del 2006.

Purtroppo dopo avere giocato bene nel girone iniziale ai Mondiali del 2006, l'Olanda venne estromessa nel 2 turno agli ottavi. Si qualifica poi per gli Europei del 2008 dopo perde nei quarti di finale contro la Russia, nell'Estate del 2008 si dimette da C.T. dell'Olanda. Ha poi allenato ancora l'Ajax dimettendosi nel 2009.

Dopo aver prestato servizio come commentatore per un canale sportivo olandese, Van Basten è tornato a bordo campo come direttore di SC Heerenveen nel febbraio 2012. 

LA SQUADRA MIGLIORE DI MARCO VAN BASTEN

  1. Sebastiano Rossi
  2. Mauro Tassotti
  3. Paolo Maldini
  4. Ronald Koeman
  5. Alessandro Costacurta
  6. Franco Baresi
  7. Roberto Donadoni
  8. Frank Rijkaard
  9. Marco Van Basten
  10. Ruud Gullit
  11. Jean Pierre Papin

Allenatori: Arrigo Sacchi, Fabio Capello e Rinus Michels

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Conor McGregor
29 Aprile 2019

Conor McGregor

Conor McGregor è nato il 14 luglio 1988 a Dublino (Irlanda) ed è un campione delle M.M.A. del famoso circuito internazionale U.F.C.; Conor McGregor è in primis un kickboxer con uno stile poco ortodosso ma efficace che può ricordare quello di molti pugili irlandesi del passato: vanta ottime doti nello spostamento e nel cambiare le distanze, ed attacca efficacemente sia con pugni che con calci. Per quanto riguarda la fase di lotta è cintura marrone di jiu jitsu brasiliano.

Fedor Emelianenko
28 Aprile 2019

Fedor Emelianenko

Fedor Emelianenko è nato nel 1976 a Rubizhne, Luhansk, attualmente in Ucraina ma parte dell'Unione Sovietica al momento della sua nascita. La sua famiglia si trasferì a Staryj Oskol, in Russia nel 1978. Sua madre è un insegnante e suo padre è un saldatore. Emelianenko è il secondogenito e ha una sorella e due fratelli più giovani uno dei quali è Aleksander Emelianenko. Ivan uno dei suoi fratelli più giovani e' praticante di arti marziali.

Ultimi post pubblicati

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento
07 Luglio 2020

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento

Avere un buon Maestro per i propri allenamenti vuol dire evitare una serie di errori e perdite di tempo che tarderebbero l'arrivo dei risultati sperati. Infatti, nel mondo del fitness e dell'allenamento in generale e come nella vita il fallimento è alla base del processo di apprendimento: è impossibile apprendere bene una cosa senza prima averla affrontata in tutte le sue forme incluse quelle più dolorose.

Fullbody in Giant Sets
03 Luglio 2020

Fullbody in Giant Sets

Come Allenare Tutto il Corpo in Solo 30 Minuti per una Definizione da Urlo

Le routine in fullbody sono dure, durissime ma hanno dimostrato di bruciare più grasso corporeo rispetto alle routine dove il corpo é diviso in varie parti. Questi allenamenti in set giganti per tutto il corpo, possono essere eseguiti in qualsiasi luogo, a seconda degli attrezzi a disposizione, con una frequenza settimanale minima di 3 giorni sino ad un massimo di 5 giorni a settimana.