(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Quanto è importante il Timing delle Proteine?

data di redazione: 24 Marzo 2015
Quanto è importante il Timing delle Proteine?

Dati di una meta-analisi

La temporizzazione delle proteine ​​è considerata un aspetto importante della costruzione muscolare e della forza nel fitness sia per atleti professionisti che non.

Il termine ' timing delle proteine ', si riferisce essenzialmente ad individuare i momenti chiave in cui consumare alimenti ricchi di proteine. Questo è usato per incoraggiare il muscolo ad un più veloce sviluppo, oltre che a fornire al corpo le sostanze nutritive di ricostruzione, riparazione e ricostituire i muscoli dopo gli allenamenti. E' una pratica particolarmente diffusa tra i culturisti e altri atleti che si basano sui guadagni di massa muscolare.

 

Nel corso degli anni vi è stato un considerevole dibattito circa l'efficienza della temporizzazione delle proteine. Integrare la dieta normale con aminoacidi e proteine ​​in polvere, ha sempre attirato le critiche. Tuttavia, vi è stato un accordo generale nella comunità scientifica che la composizione e tempi del consumo di proteine ​​è particolarmente importante in relazione al processo di recupero dopo l'esercizio. La pratica sostiene il consumo di carboidrati e proteine entro un'ora da un allenamento per massimizzare il nutrimento muscolare.

 

Limitazioni della Meta-analisi 
Tuttavia, Schoenfeld e colleghi hanno ammesso che il loro criterio di sincronizzazione delle proteine era a meno di un'ora nel pre o post allenamento e il consumo non cronometrato è stato superiore alle 2 ore. Essi non hanno analizzato se aspettare cinque ore o più per consumare proteine ​​dopo un allenamento avrebbe un impatto negativo. Gli autori ritengono che una 'finestra anabolica', probabilmente non esiste. Tuttavia, è probabile che sia molto più ampia, di circa quattro / sei ore e dipende in parte da quando il pasto pre-allenamento viene consumato.

 

Un'altra limitazione nella meta-analisi era un numero limitato di studi che aveva abbinato il consumo di proteine ​​tra i gruppi senza orario o temporizzato. Una mancanza di potenza statistica significa che non è possibile escludere effetti di fondo che non potevano essere rilevati in questa analisi. Inoltre, gli studi si sono concentrati in gran parte su soggetti non allenati e gli atleti non elite o culturisti. Essendo il modo di come il corpo reagisce con la capacità di allenamento molto diverso tra questi gruppi. Così, è possibile che il timimg per le proteine può essere più importante per i soggetti allenati.

 

Conclusioni
Il lavoro di Schoenfeld e colleghi suggerisce che il timing per le proteine potrebbe essere non così cruciale come si pensava. Tuttavia, l'analisi ha anche i suoi limiti e vi è sicuramente spazio per ulteriori ricerche. Questa meta-analisi ha fatto le basi per indirizzare studi futuri ad ottenere una migliore comprensione del significato del timing delle proteine.

 

Riferimenti:
"http://www.jissn.com/content/10/1/53"

Gli Studi precedenti
Una nuova meta-analisi i cui dati sono stati pubblicati nel volume 10 dell'edizione 2013 del Journal of International Society of Sports Nutrition, solleva seri interrogativi che circondano la validità del timing per le proteine. Mentre ci sono stati molti studi pubblicati che dimostrano una "finestra anabolica di opportunità", Schoenfeld e colleghi hanno messo in dubbio l'accuratezza di questi risultati nella loro meta-analisi 1.

 

Sebbene il concetto di aumentare l'offerta alimentare dopo l'esercizio per rifornire il corpo ha un senso logico, ci sono stati difetti critici identificati in studi di prova a questa teoria. Schoenfeld e i suoi coautori, hanno trovato una notevole disparità di ricerca a lungo termine in tutta la loro letteratura. Alcuni studi hanno mostrato grandi cambiamenti, mentre altri rivelano chiari adattamenti muscolari.

 

Ci sono diversi vincoli con studi a lungo termine che rendono difficile ottenere risultati statisticamente accurati. A causa dei costi di questo tipo di ricerca, la dimensione del campione di studio è tipicamente piccolo. Con pochi partecipanti, non è possibile generare risultati che possano essere statisticamente significativa. Tuttavia, una meta-analisi con compilazione di tutti i risultati di vari studi può fornire una valida analisi quantitativa e un maggiore significato statistico.

 

Valutazioni Analisi
Durante la meta-analisi, Schoenfeld e colleghi hanno meticolosamente valutato i dati utilizzando una metodologia diversa per garantire la precisione. I primi risultati di una semplice analisi combinata non ha mostrato alcun aumento della resistenza con la temporizzazione di proteine, anche se è stato osservato un piccolo ma significativo effetto rispetto all'ipertrofia muscolare. Tuttavia, tale analisi non è stata sufficientemente dettagliata per confermare la presenza di una finestra anabolizzante.

 

Schoenfeld e colleghi, hanno poi completato una sofisticata analisi di regressione per valutare autonomamente ogni variabile e di come queste variabili avessero influenzato i risultati. Essi hanno scoperto che la quantità di proteine ​​consumate ha determinato la varianza nei risultati di praticamente tutti i dati degli studi esaminati nella meta-analisi.

 

La maggior parte degli studi non sono riusciti a corrispondere l'assunzione di proteine ​​tra soggetti e controlli. I gruppi sperimentali sono stati scoperti di aver consumato sostanzialmente più proteine ​​rispetto ai gruppi di controllo. Ciò significa che l'assunzione media di proteine ​​all'interno dei gruppi di controllo non è stata sufficiente per massimizzare la sintesi proteica collegata con l'allenamento con i pesi o di resistenza. In pochi studi in cui l'assunzione di proteine ​​è stata compensata tra il gruppo di controllo e il gruppo di studio, Schoenfeld e colleghi hanno trovato un impatto significativo a causa dei tempi di assunzione di proteine.

 

Dopo la meta-analisi, Schoenfeld e coautori, hanno concluso che il timimg per le proteine sembra essere irrilevante. Se la proteina viene consumata subito dopo l'allenamento o un paio di ore più tardi non sembra fare una differenza significativa. La 'finestra anabolica' sembra essere assente.

 

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Proteine Whey e Intolleranza al Lattosio
01 Ottobre 2014

Proteine Whey e Intolleranza al Lattosio

Quale tipo di proteina scegliere in base alle proprie esigenze

La madre di tutti gli integratori alimentare è, senza ombra di dubbio, la proteina in polvere. Questo articolo però non vuole parlarvi degli integratori di proteine in maniera generica, ma vuole dare dei consigli a chi non sa come comportarsi nella scelta di tali integratori, in quanto presenta problemi di intolleranza al lattosio.

I 7 Migliori Tipi di Proteine in Polvere
30 Gennaio 2018

I 7 Migliori Tipi di Proteine in Polvere

Le proteine ​​in polvere sono fonti concentrate di proteine ​​provenienti da alimenti di origine animale o vegetale, come possono essere il latte, le uova, riso o piselli.

Ultimi post pubblicati

9 Disturbi Del Comportamento Alimentare
24 Marzo 2019

9 Disturbi Del Comportamento Alimentare

Anoressia e bulimia sono i disturbi alimentari più conosciuti, ma non significa che siano gli unici e tanto meno i più comuni, esistono infatti molte altre anomalie minori del comportamento alimentare, alcune scoperte anche di recente.

Shop ABC FIT
16 Marzo 2019

Shop ABC FIT

Come Allenarsi Con ABC FIT

ABC FIT è un personal trainer virtuale che redige programmi di allenamento su misura, calibrati a seconda delle esigenze dell'utente, dove un sofisticato algoritmo permetterà di determinare il livello di forma, in ogni momento della vostra preparazione fisica, fornendo un programma di allenamento dettagliato ad un prezzo accessibile a tutti.