(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Allenamento per Schiena a V

data di redazione: 07 Luglio 2014 - data modifica: 23 Luglio 2018
Allenamento per Schiena a V

La schiena è formata da 4 aree distinte. Scopriamo come giustiziarle tutte e 4 a dovere.

Allenamento per Schiena a V

Desiderate una schiena a V? 

La schiena è formata da 4 aree distinte, scopriamo come giustiziarle tutte e 4 a dovere.

AREA 1: DORSALI ALTI ed ESTERNI

Per centrare questa zona sono consigliati i movimenti con una presa larga, di norma appena oltre la misura delle spalle, per accentuare la cosiddetta forma a V. 

In generale tirerete a partire da un angolazione al di sopra della testa o perpendicolare al corpo.

ESERCIZI MIGLIORI:

AREA 2: DORSALI BASSI

Usate esercizi a presa inversa e trazioni a presa stretta per agire sulla parte bassa dei dorsali. Anche il pull down braccia diritte ha questo pregio!

ESERCIZI MIGLIORI:

AREA 3: CENTRO SCHIENA

Usate movimenti a presa stretta e media in cui si tira la sbarra, i manubri o il bilanciere verso l’addome! questi esercizi danno spessore al centro schiena .

ESERCIZI MIGLIORI:

  • REMATORI CON MANUBRIO
  • PULLEY

AREA 4: LOMBARI

Se non si hanno problemi il miglior esercizio sono gli stacchi da terra. Se si vuole perdere grasso è meglio usare un range ad alte ripetizioni, per un discorso metabolico! E’ un esercizio che attacca la massa grassa!

Se si vuole aumentare la massa è consigliabile invece adottare basse ripetizioni e carichi elevati.

Quindi un Workout per lo sviluppo completo della schiena potrebbe essere questo:

  • lat machine al petto: 4 x 8 (area esterna)
  • rematore manubrio: 3 x 8 (centro)
  • pulley 3 x 8 (centro)
  • lat machine inverso stretto 2 x 12 (bassi)
  • stacchi da terra 3 x 15 (lombi)

oppure un allenamento decisamente più hard

  • stacco da terra 5 x 5
  • trazioni alla sbarra 3 x max
  • pullover 3 x 12
  • rematore 3 x 12

Per avere una schiena a V dovete migliorare soprattutto nelle trazioni alla sbarra, le quali sono un esercizio eccezionale a carico naturale per donare spessore e larghezza ai dorsali , per sviluppare forza di base e per far crescere i bicipiti.

Ci sono varie versioni:

  • con presa prona, in questa versione abbiamo uno sviluppo della larghezza del Gran dorsale e in modo secondario vengono allenati bicipiti e la parte posteriore dei deltoidi
  • Questo esercizio è la versione alla sbarra più sicura, è difficile infortunarsi con le trazioni in quanto i bicipiti non subiscono in questa fase stress eccessivi. Fatelo come primo esercizio dopo qualche serie di riscaldamento alla Lat machine.
  • Con presa inversa e stretta (palme rivolte verso di voi), in questa versione lavorano molto i bicipiti, anche se è pericoloso e può portare a strappi o lacerazioni soprattutto se l'atleta non è in forma, 80/90 kg di peso corporeo per tot reps può essere pericoloso per bicipiti poco allenati.
  • Con presa parallela e stretta (con le palme rivolte una contro l'altra usando l'attrezzo pulley, presa stretta)
  • Questa versione è più sicura della precedente in quanto lo sforzo per tirarsi su è distribuito a 50% e 50% tra alta a schiena e bicipiti.
Scritto da: ABC Team
Scarica eBook
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Serie Speciali per Incrementare la Massa Muscolare dei Dorsali
23 Luglio 2018

Serie Speciali per Incrementare la Massa Muscolare dei Dorsali

Moltissimi ragazzi non sviluppano i muscoli dorsali come vorrebbero. Alcuni concentrano le loro routine su stacco, trazioni e rematori con pesi elevati, senza ottenere dorsali larghi e spessi, altri invece utilizzano le macchine isotoniche con pesi intermedi, ma anch''essi non riescono a sviluppare la fantomatica schiena a V. Perché?

I vantaggi del Rope Pull Up
28 Dicembre 2016

I vantaggi del Rope Pull Up

Come eseguire questo semplice ma efficace esercizio

Ultimi post pubblicati

Allenamento PHA
18 Giugno 2019

Allenamento PHA

Le schede di allenamento in PHA prevedono diversi esercizi eseguiti consecutivamente stimolando distretti corporei il più possibile distanti tra loro (ad esempio cosce/deltoidi o bicipiti femorali/pettorali), in generale alternando l’attività della parte superiore con quella inferiore del corpo o viceversa. Tale sequenza andrà a reclutare tutti i gruppi muscolari del corpo in un’unica seduta (allenamento total body).

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute
16 Giugno 2019

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute

Non esiste una definizione specifica di superfood, un termine che, alla resa dei conti, è stato creato unicamente per soddisfare delle esigenze di mercato: in modo molto vago possiamo dire che un superfood è un alimento ricco di nutrienti, in grado di apportare importanti benefici per la salute.