💪🏻 Lancio nuovo sito - SCONTO 30% su tutto - usa il codice: NEWABCFIT

Camminare per Dimagrire? Funziona se lo fai così!

Volete sapere se camminare fa dimagrire? Se lo fate in questo modo, funziona.
Volete perdere qualche chilo di troppo con la camminata? Non esistono pillole magiche, beveroni risolutori, per dimagrire dovete abbracciare un’alimentazione sana ed equilibrata, unitamente ad un’attività sportiva. L’alimentazione fai da te, non è una buona soluzione, affidatevi sempre a professionisti del settore, diete semplici, ma seguite e fatte bene. 

Questo articolo è riservato alle persone pigre, a cui non piace la palestra, lo sport in generale, ma che vogliono tornare in forma, il consiglio che noi diamo è quello di iniziare con una semplice camminata. Camminare a caso, senza un programma, senza osservare delle regole è fine a se stessa e non vi servirà per dimagrire. Continuate a leggere l’articolo perché vi daremo qualche indicazione utile in tal senso. 

CAMMINARE A DIGIUNO SERVE?

Mentre svolgiamo un’attività fisica continuativa a bassa intensità, come camminata, corsa leggera o bicicletta, usiamo come carburante il glicogeno, che non è altro che lo zucchero di riserva che il nostro corpo utilizza nelle lunghe ore di digiuno come quelle notturne, e che ci rimane al mattino. Il quantitativo però è minimo, quindi muovendosi senza aver mangiato nulla, o al massimo bevuto un caffè non zuccherato, lo si esaurisce rapidamente. 

Terminato il glicogeno le persone pensano che il fisico a questo punto utilizzi i grassi come fonte energetica, falso! Il corpo infatti attinge energia dalle proteine che trasforma in zuccheri, seguendo un processo chiamato gluconeogenesi.

E quindi se i grassi non vengono utilizzati, perché allenarsi a digiuno?

L’allenamento a digiuno infatti attiva il loro metabolismo, facendoli bruciare non subito ma nell’arco della giornata. Ciò significa che nella mezz’ora in cui si cammina o corre a digiuno si consumano carboidrati e proteine, ma nelle ore successive si brucia una quota in più di grassi, e questo inevitabilmente stimola il dimagrimento.

Anche per i sedentari, se volessero iniziare a camminare a digiuno, consigliamo di non farlo sempre e comunque per non perdere quel poco di massa muscolare presente in una persona pigra e sedentaria. Consigliamo di assumere un quantitativo maggiore di proteine spalmato durante l’arco della giornata.
Dopo aver camminato, la colazione è d’obbligo e andrebbe fatta entro mezz’ora. 

 

L’ideale sarebbe appunto che contenesse la prima dose quotidiana di proteine.

  • Latte e biscotti? No! Cappuccino e cornetto? No!

La risposta è colazione salata! 

Pancake di albume d’uovo con marmellata di frutta potrebbe essere un’idea, un toast con prosciutto cotto e formaggio un’altra opzione, 2 uova al tegamino con formaggio e pane di segale un’altra valida colazione salata. 

Nonostante camminare a digiuno la mattina sia assolutamente indicato per perdere peso, non significa che farlo dopo aver mangiato non serva a nulla. Il consumo calorico c’è comunque ma non si gode dei benefici di camminare a digiuno perché avendo appena mangiato il corpo ha a disposizione tutto ciò che serve per affrontare l’esercizio fisico e reagisce all’allenamento in modo diverso. 

Gli unici casi in cui, invece, è consigliato mangiare qualcosa almeno mezz’ora prima di iniziare a camminare, è quando si intende svolgere una sessione particolarmente prolungata e intensa, che superi l’ora o che preveda cambi di ritmo prolungati come ad esempio una camminata con zaino in montagna.

Se sei arrivato fin qua, vuol dire che sei intenzionato ad approfondire l’argomento sulla camminata e i suoi benefici, quindi ti consigliamo questo nostro articolo molto esaustivo: Camminare 1 ora al giorno quanto aiuta a perdere peso?

approfondimenti recenti
LE NOSTRE SCHEDE DI ALLENAMENTO
Promo lancio nuovo sito
SCONTO 30%
Su tutti i programmi di allenamento
Usa il codice
NEWABCFIT
[]