💪🏻 SCONTO del 30% sul tuo primo acquisto. Codice sconto LUGLIO

Addominali alti e addominali bassi

“In questa scheda ti ho messo tre serie da 50 di crunch supini così alleni gli addominali alti” poi continua l’istruttore in palestra ” fai 2 serie di sollevamenti delle gambe alla sbarra così alleni gli addominali bassi e per finire, fai gli obliqui alla panca 45°”.

Chissà quante volte i vostri istruttori in palestra vi propongono questi esercizi specifici nella vostra scheda di allenamento per diversificare gli stimoli ai muscoli addominali…

  • In offerta!

    Allenamento annuale (10 schede)

    125,00 
    Aggiungi al carrello
  • In offerta!

    Step 3 – Allenamento bimestrale definizione muscolare

    40,00 
    Aggiungi al carrello
  • In offerta!

    Step 2 – Allenamento trimestrale aumento massa

    50,00 
    Aggiungi al carrello
  • In offerta!

    Step 4 – Allenamento bimestrale Richiamo di forza e mantenimento massa

    40,00 
    Aggiungi al carrello

ma è proprio vero che i muscoli addominali sono suddivisi in bassi alti ed obliqui?

Spesso, alcuni esercizi per la parete addominale vengono proposti con l’obiettivo di ottimizzare la risposta muscolare in un particolare distretto corporeo come, ad esempio, quelli per gli

  1. “addominali alti” quando cioè il movimento prevede la flessione del busto sul bacino e per gli
  2. “addominali bassi” quando, viceversa il bacino si flette sul busto.

È bene tenere presente che a livello anatomico tale suddivisione, di fatto, non esiste poiché il muscolo retto dell’addome, responsabile della flessione del busto sul bacino e viceversa, è un muscolo unico che, se attivato, si contrae in toto e non parzialmente in base ai singoli distretti corporei che determinano il movimento.

Quindi fate bene a variare gli esercizi per gli addominali, ma solo con lo scopo di rendere gli allenementi meno noiosi.

Buon allenamento da ABC

approfondimenti recenti
LE NOSTRE SCHEDE DI ALLENAMENTO
[]
×