Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Indigestione, Come Combatterla

data di redazione: 28 Aprile 2016
Indigestione, Come Combatterla

Come combattere i problemi di indigestione in modo naturale

Indigestione, è un termine generico per definire quei disturbi che vanno dal:

  • mal di pancia ai dolori di stomaco,
  • dalla nausea al meteorismo

In genere si presenta dopo aver mangiato troppo o troppo in fretta, oppure quando si è ecceduto con il bere, oppure dopo aver consumato cibi indigesti. L'indigestione può essere determinata da un eccesso o al contrario da scarsità di acidi gastrici; le cattive abitudini come bere, fumare, oppure il consumo di farmaci e lo stress sono in grado di aumentare la secrezione di acidi, quindi ci possono portare più facilmente a soffrire di questo disturbo. Non sempre l'indigestione è causata da questi fattori, ma può essere anche sintomo di disturbi più gravi come calcolosi, ulcera peptica e infiammazione dell'esofago.

Come possiamo prevenirla?

Sicuramente evitando le cattive abitudini come fumo e alcol. Poi bisogna mangiare con calma, masticare a lungo ed effettuare 5 o 6 piccoli pasti nell'arco della giornata evitando le abbuffate.

  • Evitate i cibi che vi sembrano indigesti e non sdraiatevi per almeno un paio d'ore dopo aver mangiato.
  • A titolo preventivo, bevete una tazza di acqua calda con un cucchiaino di succo di limone prima di sedervi a tavola.
  • Inoltre le tecniche di rilassamento e l'attività fisica aiutano a ridurre lo stress, che può aggravare o scatenare i disturbi.

La medicina ufficiale ci propone prodotti antiacido, che sono in grado di ridurne la presenza nello stomaco, e sono utili per alleviare i sintomi, ma se vengono utilizzati troppo spesso possono mascherare un problema ben più grave e comunque sono medicinali.

Come per tante altre patologie la medicina naturale ci può essere di grande aiuto.

LA DIGITOPRESSIONE

  • Contro i disturbi da indigestione è consigliata la pressione dei punti situati circa quattro dita sopra il malleolo interno, posteriormente alla tibia.
  • Esercitate dapprima una pressione con il polpastrello del pollice, poi con l'unghia dello stesso dito
  • infine, con il pollice e l'indice stirate la pelle sul punto continuando a premere
  • questo intervento ottiene risultati migliori se viene seguito dalla pressione dei punti sotto il ginocchio (nella parte esterna del ginocchio su un punto alla distanza di tre dita sotto la rotula)

AGOPUNTURA

  • Questo trattamento mira a liberare il flusso energetico nella milza, organo molto importante nel processo digestivo. Inoltre vengono trattati alcuni punti dei meridiani dello stomaco e della vescica

IDROTERAPIA

  • Compresse calde sull'addome sono in grado di dare un sollievo immediato

FIORI DI BACH

  • Agrimony può essere utile nelle indigestioni prodotte dall'ansia. Impatiens può limitare l'irritabilità emotiva e calmare lo stomaco

FITOTERAPIA

  • Sono numerose le erbe medicinali che possono aiutarci in caso di digestione difficile. Per calmare gli spasmi e i crampi gastrici, potete usare la tintura di anice (10 gocce su una zolletta di zucchero, due volte al giorno).

Ecco come potete prepararla:

  • fate macerare per 12 giorni in 100g di alcol un cucchiaino da caffè di semi di anice verde
  • alla fine filtrate
  • Contro la nausea, l'aerofagia e il meteorismo è invece molto efficace l'infuso di basilico, da bere dopo i pasti, e così preparato:
  • lasciate in infusione per 10 minuti 50g di foglie di basilico in un litro di acqua bollente
  • Anche il tè di camomilla o di menta peperita, bevuto ben caldo aiuta in caso di indigestione.

MASSAGGIO

Per combattere le digestioni difficili anche il massaggio può essere estremamente utile:

massaggiare l'addome in senso orario nella direzione in cui il cibo attraversa l'apparato digerente


NATUROPATIA

Se l'indigestione è occasionale è sufficiente fare un paio di giorni di dieta leggera o limitarsi ad assumere succhi freschi di frutta e di verdura. Alcuni cibi responsabili di provocare bruciore di stomaco sono:

  • il caffè
  • il tè e altre bevande contenenti caffeina
  • alcol
  • cioccolato
  • cibi grassi o fritti
  • agrumi
  • fagioli e cavoli

OMEOPATIA

  • Nux Vomica è utile per il bruciore di stomaco con meteorismo
  • Pulsatilla è consigliabile se si ha anche una sensazione di gonfiore
  • Carbo vegetabilis è indicato quando ci sono dolore e gonfiore
  • Ipecacuanha quando c'è nausea
  • Arsenicum album quando i bruciori di stomaco sono molto intensi, accompagnati da dolori addominali, diarrea e nausea alla vista del cibo

RIFLESSOLOGIA

  • Tra le zone riflessogene da stimolare, quelle relative a ipofisi, tiroide, paratiroide, stomaco, pancreas e colon

YOGA

  • La pratica regolare di movimenti di allungamento e di torsioni aiuta a tonificare l'apparato digerente

Potrebbe interessarti ENZIMI DIGESTIVI

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Crampi muscolari, sintomi e rimedi
01 Ottobre 2014

Crampi muscolari, sintomi e rimedi

Quante volte vi è capitato di essere presi alla sprovvista da un crampo durante la vostra attività sportiva? Ecco le cause e i rimedi

Un crampo muscolare è dovuto dalla contrazione involontaria di un muscolo che risulta difficile da rilassare.  I crampi muscolari sono estremamente comuni. Quasi tutti (una stima è di circa il 95%) hanno avuto un crampo nella loro vita. I crampi sono causati principalmente da una insufficiente ossigenazione del muscolo...

Come Utilizzare l’Argilla per Uso Interno
16 Aprile 2016

Come Utilizzare l’Argilla per Uso Interno

Un’idea per un ciclo di depurazione nel cambio di stagione

Vuoi una cura depurativa economica ed estremamente efficace per il cambio di stagione? Non ci sono molte sostanze che possono competere con l’argilla in questo. Tuttavia ci sono alcune avvertenze da tenere in considerazione

Ultimi post pubblicati

YMCA Bench Press Test
15 Luglio 2019

YMCA Bench Press Test

L'obiettivo dell'YMCA bench press test è di valutare la forza e la resistenza dei muscoli estensori del gomito e dei muscoli flessori ed adduttori della spalla.

Tricipite Brachiale
15 Luglio 2019

Tricipite Brachiale

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo tricipite brachiale è il principale mu­scolo estensore dell’avambraccio e, per mezzo del capo lungo, promuove una adduzione dell’omero. È formato da tre parti denominate capo lungo, capo laterale e capo mediale.