(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Rematore con Manubrio

data di redazione: 03 Febbraio 2014 - data modifica: 01 Marzo 2017
Rematore con Manubrio

Incremento Spessore Dorsale con 1 Manubrio

Il rematore con manubrio è un esercizio di body building utile all’incremento della massa muscolare di :

  • dorsali
  • deltoidi posteriori
  • bicipiti.

La variante con manubrio permette, rispetto a quella con bilanciere, di controllare meglio il movimento in quanto si hanno dei punti di appoggio che con il bilanciere a busto flesso non si hanno. E' possibile svolgerlo in diverse modalità, soprattutto variando la posizione della mano a inizio e fine movimento.

Come si esegue?

  • Prendete una panca posizionate la gamba sinistra appoggiandola comodamente, se appoggiate la gamba sinistra, farete lavorare il lato destro e quindi con la mano sinistra impugnate saldamente la panca.
  • Ora, con la mano destra, afferrate il manubrio da terra ed iniziate il movimento portandolo all’altezza dell’addome.
  • La prima parte del movimento deve essere effettuata dai dorsali e quindi dovete concentrarvi su questo fattore, solo l’ultima parte, quando l’escursione dorsale è terminata, viene svolta dai bicipiti.

L’errore che molti fanno è quello di “stantuffare” come un pistone di un’auto in maniera intermittente facendo lavorare solo i bicipiti. I bicipiti sono più piccoli dei dorsali e si stancheranno prima ed i dorsali non avranno lavorato a sufficienza.

Questo è uno dei motivi principali per i quali molte persone che vanno in palestra non hanno Dorsali sviluppati come vorrebbero. Inoltre se usate i dorsali per effettuare l’esercizio ben presto arriverete ad usare manubri da 40 kg ed oltre. Oltre certi pesi non è consigliabile andare per una questione di possibili infortuni ai tendini dei bicipiti, meglio non esagerare.

L’impugnatura migliore è quella neutra, dove si tira il manubrio all’addome, “dritto per dritto”. La presa neutra permette di avere un’impugnatura molto solida e mette al riparo i bicipiti i quali saranno protetti dai forti flessori ed estensori degli avambracci. Inoltre l’esecuzione è molto semplice e diretta. Per facilitare la presa vi è la possibilità di utilizzare anche le straps.

La versione con movimento del manubrio durante l’esecuzione è idonea con pesi bassi, con grossi carichi si rischiano infortuni ai bicipiti anche se rimane sempre un’ottima versione dell’esercizio.

Se avete come esercizio di spessore base il rematore con manubrio vi consiglio la versione con presa neutra dove potrete scatenarvi usando i pesi più grossi della palestra, se invece avete il rematore con manubrio come esercizio di rifinitura dopo altri rematori usate la versione con movimento del manubrio durante l’esecuzione usando però pesi più bassi.

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Affondi inversi con bilanciere, manubri o corpo libero
30 Settembre 2014

Affondi inversi con bilanciere, manubri o corpo libero

Esercizio per l'allenamento dei muscoli delle Gambe

Esercizio per l'allenamento di quadricipiti e glutei in primis, effettuabile con bilanciere, manubri o a corpo libero

Alzate laterali con manubri pesanti
01 Ottobre 2014

Alzate laterali con manubri pesanti

Ho un pensiero preciso per ottenere deltoidi larghi , spessi e sani! Inanzittutto non bisogna assolutamente sollevare pesi immani nei vari esercizi di distensione adibiti ai deltoidi.

Ultimi post pubblicati

HAMMER CURL IN PIEDI CON MANUBRI ALTERNATO
16 Gennaio 2019

HAMMER CURL IN PIEDI CON MANUBRI ALTERNATO

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.

Ashwagandha: benefici, dosaggio ed effetti collaterali
16 Gennaio 2019

Ashwagandha: benefici, dosaggio ed effetti collaterali

Gli effetti anabolizzanti dell'Ashwagandha: Il cortisolo è un ormone steroideo che il corpo rilascia in momenti di stress fisico e / o emotivo. La sua funzione è quella di aiutare a mobilitare i depositi di energia nel tessuto muscolare. In altre parole, il cortisolo è un ormone catabolico.