ABC Allenamento
(0)
Carrello (00)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Sport e Diabete

data di redazione: 04 Luglio 2018
Sport e Diabete

Sport e Diabete

Purtroppo dalle stime ufficiali la maggior parte dei diabetici sopra i 45 anni non pratica alcuna attività sportiva e il 26% è obeso. 

È un vero peccato, lo sport in questi casi si dimostra una delle "medicine" migliori! E dire che è una patologia abbastanza comune, quanto subdola.

Basti pensare che il diabete giovanile di tipo 1, che colpisce prevalentemente i giovani, secondo le ultime statistiche dell'Organizzazione Mondiale della Sanità colpisce circa il 3% della popolazione mondiale.

Tuttavia, il diabete di tipo 2 rimane il più diffuso, ed è associato ad uno scorretto stile di vita.

Cos'è il diabete

Il diabete è una malattia cronica in cui si ha un aumento della glicemia, ovvero dei livelli di zucchero nel sangue, che l'organismo non è in grado di riportare alla normalità. 

Questa condizione può dipendere da una ridotta produzione di insulina, l’ormone secreto dal pancreas per utilizzare gli zuccheri e gli altri componenti del cibo e trasformarli in energia, oppure dalla ridotta capacità dell'organismo di utilizzare l'insulina. 

Livelli elevati di glucosio nel sangue, se non corretti con una cura adeguata, possono nel tempo favorire la comparsa delle complicanze croniche della malattia, come danni a reni, retina, nervi periferici e sistema cardiovascolare (cuore e arterie). 

È possibile convivere con il diabete e prevenire attivamente le complicanze, ma è fondamentale conoscere che cosa, nella vita di ogni giorno, causa un aumento o una diminuzione della glicemia in modo da mantenerla il più possibile vicino ai livelli normali fin dall’esordio della malattia e per tutta la vita. 

In altri termini una buona conoscenza ed una gestione attiva da parte del paziente della malattia sono la base indispensabile per una buona cura del diabete.

ESERCIZIO FISICO E CONTROLLO DELLA GLICEMIA

L'esercizio fisico è importante per chiunque, in particolar modo per chi è affetto da diabete. Adottando dei piccoli accorgimenti, infatti, ai diabetici viene sempre consigliato di inserire nella propria giornata un pò di attività fisica, da effettuare intelligentemente nelle ore più idonee in relazione ai pasti e alla somministrazione insulinica o quando c'è la necessità di ridurre la glicemia. 

Ovviamente è opportuno controllare sempre i livelli della glicemia, sia prima che dopo l'esercizio fisico, e se l'allenamento è lungo anche durante, come del resto è fondamentale regolare l'alimentazione e la terapia insulinica in base all'intensità e la durata dell'allenamento stesso. 

In questo modo lo sport diviene un'arma preziosissima per il diabetico (per il controllo della glicemia), in modo particolare per chi soffre di diabete del tipo 2, ma anche per chi soffre di questa patologia sin dall'infanzia. 

QUALE SPORT È PIÙ INDICATO?

Ma ci sono sport più raccomandati di altri? Ovviamente qualsiasi attività che comporta movimento è benefica, ma generalmente vengono raccomandati sport aerobici come per esempio la corsa, lo sci, il nuoto, il pattinaggio, il calcio, ecc. 

Quindi sport aerobici e diabete ben si conciliano, perchè di per sé il diabete comporta un aumento di rischio di infarto miocardico e di malattie cardiovascolari in generale, e praticare esercizio fisico di tipo aerobico aiuta in modo particolare a prevenire questi pericoli. 

Per fortuna al giorno d'oggi, grazie all'informazione, sono sempre di più i diabetici che praticano attività sportiva e che migliorano attraverso essa il loro stato di salute e di benessere. 

È interessante sapere che per quello che rigurda le performance, chi è ben allenato e soffre di questa patologia non ha niente da invidiare ai non diabetici. 

L'importante, in questo caso più di altri, è la costanza. Nel diabetico infatti l'esercizio fisico occasionale è fortemente sconsigliato, in quanto andrebbe ad agire su un organismo non adeguatamente preparato. 

Lo sport in questo caso deve diventare uno stile di vita, quindi praticato con regolarità e continuità, in modo tale da tenere sempre sotto controllo il compenso metabolico.

Ma se è vero che al diabetico l'esercizio fisico fa bene, è anche vero che lo sport può essere utilizzato per la prevenzione di molte patologie, e questo vale anche per il diabete (tipo 2) e l'obesità.

DIABETE E BODYBUILDING?

Impostare dei programmi di esercizi di forza può aiutare i diabetici a controllare la loro patologia, spesso riducendo la necessità di grandi cambiamenti nello stile di vita o di costanti trattamenti medici. 

Iniziare moderatamente, compreso l’allenamento di resistenza, aiuta ad aumentare il metabolismo e ridurre il grasso corporeo. 

Può anche aiutare ad aumentare la sensibilità dell'insulina nel corpo, permettendo ai muscoli di elaborare e trattenere il glucosio in modo più efficace.

Chi soffre di diabete deve informare il proprio medico delle attvità sportive praticate e comunque l'allenamento pesi va evitatato quando:

  • Glicemia superiore a 250 mg/dl.
  • Problemi cardiaci o renali cronici.
  • Problemi circolatori incontrollati degli arti o dei vasi sanguigni oculari.

Il bodybuilding essendo un'attività che può essere facilmente monitorata, previo consulto e controllo medico, può essere praticata.

SPORT DA EVITARE?

Sono caldamente sconsigliate solo alcune attività che sono incompatibili con il diabete perché in sé già pericolosi o perché un’ipoglicemia potrebbe produrre gravi conseguenze. 

Tra questi ci sono: gli sport di contatto (lotta libera, arti marziali nella versione da combattimento), gli sport motoristici (automobilismo, motociclismo) e gli sport che si svolgono in ambiente pericoloso (paracadutismo).



Potrebbe interessarti anche

diabete e cannella
01 Ottobre 2014

diabete e cannella

l'importanza della cannella nella dieta

Studi hanno rilevato come la cannella diminuirebbe il tasso di glicemia ematico (concentrazione di Glucosio nel sangue) e migliorerebbe l’azione dell’insulina, ormone pancreatico responsabile della degradazione del glucosio e della sua trasformazione in glicogeno.  

Perché le Bevande Ghiacciate in Estate Fanno Male?
13 Luglio 2015

Perché le Bevande Ghiacciate in Estate Fanno Male?

L'importanza della Temperatura di ciò che beviamo a seconda della Temperatura Esterna

In Estate capita spesso che accompagnamo i nostri pasti con bevande ghiacciate come ad esempio una buona pizza con un bicchiere di coca cola zero pieno di ghiaccio. Anche un pasto leggero e frugale, dieteticamente ineccepibile, può essere rovinato da una bevanda ghiacciata. Lo stomaco, per effetto dei propri processi digestivi, ha una temperatura più alta di quella del corpo, ed è dunque un gravissimo errore introdurvi cibi e bevande ghiacciati che possono alterare il normale svolgimento delle sue funzioni fisio-chimiche, bloccare la digestione e alterarne la delicata struttura delle pareti.

Ultimi post pubblicati

Scheda in Monofrequenza con Richiami Muscolari
08 Aprile 2021

Scheda in Monofrequenza con Richiami Muscolari

Scheda di Allenamento Old School anni 80

La monofrequenza “pura” non esiste, perché la fisiologia del nostro corpo va in una direzione completamente diversa. Chi pensa d’allenare un muscolo una volta a settimana in monofrequenza, in realtà non sa che sta facendo un allenamento pesante, più diversi richiami, perché nessun muscolo può mai lavorare in modo totalmente isolato. Fatta questa premessa entriamo nel nocciolo dell'articolo.

Massa Muscolare Scolpita - Programma Definitivo
07 Aprile 2021

Massa Muscolare Scolpita - Programma Definitivo

La routine di allenamento PHAT è stata progettata da Layne Norton bodybuilder e powerlifter. Il programma PHAT combina routine di bodybuilding e powerlifting in un unico programma di allenamento settimanale.