Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Wing Chun e Taoismo

data di redazione: 14 Ottobre 2014 - data modifica: 02 Ottobre 2014
Wing Chun e Taoismo

Ogni praticante lo può confermare: il Chi-sao del Wing Chun non è altro che Taoismo applicato in combattimento

Secondo la filosofia taoista, il mondo è un'entità che cambia in ogni momento e che, pertanto, non possiamo capire poiché la sua forma non rimane la stessa col passare del tempo.

Il Tao, per sua natura, vuole armonizzare gli opposti ed è assoluto e inconoscibile: esso c'è ma non si vede, si sente ma non si tocca, quindi è possibile farsi un'idea di esso solo partendo da un mondo che non fa altro che cambiare.

 

Tuttavia, il Taoismo ha lasciato una serie di espressioni, una serie di arti nelle quali inconfondibilmente si manifesta. Un prodotto tipico è il "I king" o "Libro dei mutamenti". Questo libro è basato su una serie di oracoli che interpretano 64 esagrammi, formati da sei linee, una sotto l'altra.

Un metodo operativo consiste nel tirare tre monete; a seconda della faccia che presentano, si ottiene una linea Yin o Yang. Quindi si legge l'oracolo corrispondente all'esagramma e lo si interpreta intuitivamente, ottenendo la risposta più adeguata per se stessi in quella circostanza.

 

Il Taoismo si manifesta anche nelle cosiddette arti marziali morbide come il Wing Chun, nelle quali ciò che conta è l'ntuizione e l'armonia degli opposti. Come ho letto da qualche parte, il Maestro Zen di Spada Giapponese  Takuan dice: "Se lo spessore di un capello passa tra la difesa e l'attacco, si ha un'interruzione dell'armonia e pertanto chi ne è responsabile sarà battuto".

Ciò non significa avere una particolare rapidità: ci si riferisce piuttosto ad un movimento fluido nel quale ogni gesto, nello stesso momento in cui ha origine, riceve la giusta risposta, che si accoppia perfettamente ad esso sia nel ritmo che nel movimento; infatti come ogni praticante può confermare, il Chi-sao del Wing Chun non è altro che Taoismo applicato in combattimento.

 


Tuttavia questo principio è applicabile non solo a qualsiasi arte marziale morbida, ma anche alla vita di tutti i giorni, dalle relazioni sociali alla vita professionale; purtroppo la competitività della vita moderna ha fatto perdere di vista i sentieri primitivi e d originari.


Buon allenamento da ABC

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Wing Chun, impariamo le basi
12 Dicembre 2014

Wing Chun, impariamo le basi

Il primo approccio allo stile per un principiante

Chi si approccia al wing chun, in palestra deve imparare le tecniche di base, all’inizio sì un po’ noiose, ma che faranno le fondamenta necessarie a tutte le tecniche ed esercizi efficaci e divertenti che seguiranno. Nessun bravo praticante, nessun Istruttore, nessun Maestro ha saltato questa fase, anzi, hanno esasperato la propria pazienza nell’eseguirle. Se vuoi fare parte un giorno di una delle tre categorie sopra, devi allenarti alla nausea con i fondamentali!  

Chi Sao
02 Ottobre 2014

Chi Sao

Esercizio Icona dell'efficienza marziale

Cos'è il chi-sao? Un esercizio o è puro combattimento? Come si allena e a cosa serve

Ultimi post pubblicati

Colazione: Sì o No?
10 Agosto 2020

Colazione: Sì o No?

La colazione è sempre stata considerata dai nutrizionisti un dogma imprescindibile, dove coloro che iniziavano la giornata con solo un caffè erano, per anni, considerati dei blasfemi. Ultimamente il recente successo delle tecniche di digiuno intermittente hanno minato questa certezza.