Mirtilli Selvatici e Effetti Sulla Dieta Grassa

Mirtilli Selvatici e Effetti Sulla Dieta Grassa

Come questi frutti selvatici, possono contrastare alcuni effetti negativi della dieta

Mirtilli selvatici possono contrastare gli effetti negativi di una dieta ricca di grassi?

 

I mirtilli selvatici hanno effetti benefici sulla pressione sanguigna e le risposte infiammatorie, derivate dall'alimentazione, ​​che sono causate da una dieta ricca di grassi, hanno rilevato i ricercatori dell'University of Eastern Finland.

 

I mirtilli hanno livelli significativamente più alti di antocianine rispetto ai mirtilli coltivati commercialmente.


I mirtilli sono associati con molti benefici per la salute, che si ritiene essere spiegato con la presenza dei polifenoli nei frutti di bosco - in particolare i polifenoli chiamati antociani.

 

I mirtilli sono utilizzati da alcune persone per il trattamento di una serie di condizioni mediche, tra cui: sindrome da stanchezza cronica, emorroidi, diabete, artrosi, gotta , infezioni della pelle, disturbi gastrointestinali, malattie renali, vene varicose, contro l'indurimento delle arterie, dolore toracico e infezioni del tratto urinario.

 

Tuttavia, l'evidenza della loro efficacia per il trattamento di altre condizioni è stato mescolato.

 

Il nuovo studio, pubblicato su PLoS ONE, è il primo a dimostrare che i mirtilli hanno proprietà benefiche legate all'obesità, per un basso grado di infiammazione e contro una elevata pressione sanguigna.

 

Un nuovo studio ha esaminato l'effetto dei mirtilli su topi nutriti con una dieta ricca di grassi.


Nello studio, i topi sono stati alimentati con una dieta ricca di grassi per 3 mesi. Tuttavia, il 5-10% della dieta di alcuni dei topi era costituito da mirtilli.

 

Perché i Mirtilli


Si pensa che i mirtilli possano essere efficace per ridurre i sintomi di problemi di circolazione e problemi alla retina associati a diabete o pressione alta.
La marmellata di mirtillo è stata mangiato dai piloti inglesi durante la seconda guerra mondiale perché credevano che migliorasse la loro vista notturna - anche se probabilmente non è stata efficace.


Altre condizioni per cui i mirtilli vengono mangiati da alcune persone - anche se non vi sono prove sufficienti - includono mestruazioni dolorose, glaucoma e la sindrome dell'intestino irritabile.


Per misurare gli effetti delle diete sui topi, i ricercatori hanno misurato i livelli di cellule e citochine infiammatorie, pressione sistolica, tolleranza al glucosio, la sensibilità all'insulina e l'aumento di peso.

 

Il team ha scoperto che la dieta ad alto contenuto di grassi ha causato nei topi un significativo aumento di peso e cambiamenti negativi nel metabolismo glucidico e lipidico, dei fattori di infiammazione e la pressione sanguigna.

 

Tuttavia, i topi che alimentati anche con mirtilli avevano un profilo di citochine alterato e una minore prevalenza di cellule T a supporto dell'infiammazione rispetto ai topi che non hanno ricevuto mirtilli.

 

I ricercatori dicono che i mirtilli hanno anche impedito un elevata pressione sanguigna causata dalla dieta ricca di grassi.

 

Nel 2007, l'Università di Leicester nel Regno Unito ha portato una indagine per verificare se un un estratto di mirtillo prodotto commercialmente, il Mirtoselect, potesse prevenire o ritardare l'insorgenza di alcuni tipi di cancro.

 

Il team di Leicester ha inizialmente rilevato che il Mirtoselect ha rallentato lo sviluppo del cancro del colon retto in un modello di laboratorio. Quando hanno proseguito con una sperimentazione clinica sull'uomo, i ricercatori hanno riferito che il Mirtoselect ha ridotto la proliferazione tumorale del 7% nel colon retto nei campioni di tumore prelevati da tutti i pazienti che hanno ricevuto il prodotto.

 

Riferimenti:

- Wild blueberries (vaccinium myrtillus) alleviate inflammation and hypertension associated with developing obesity in mice fed with a high-fat diet, Otto T. Mykkänen, et al., PLOS ONE, doi: 10.1371/journal.pone.0114790, published online 12 December 2014, abstract.

- Additional source: University of Eastern Finland news release, accessed 18 December 2014 via AlphaGalileo.

- Additional source: MedlinePlus, Bilberry, accessed 18 December 2014.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati